Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

Una storia SM lesbica!

In effetti, tutto è scattato dall'inizio. Eravamo d'accordo che l'avrei prelevata alla stazione. Ci eravamo visti e ci siamo detti prima. Qualche istante dopo eravamo seduti insieme in soggiorno a bere qualcosa. Sembrava sempre eccitata. Aveva un bel viso con sorprendenti occhi azzurri con un bel corpo con la coppa DD e una figa pelata e un piccolo culo stretto e gambe che sembravano non finire mai.

Passano 30 minuti prima di salire. In camera da letto la faccio stare in piedi con stivali col tacco alto, tanga di pelle e un reggiseno di pelle con le mani dietro la schiena. Mi siedo sul mio letto e la mia vista inizia dai suoi stivali e continua attraverso le sue gambe finché non ho la mia vista sul suo perizoma. Fisso il suo perizoma e i miei occhi scivolano più in alto fino a raggiungere le sue tette. Poi mi alzo e mi avvicino a lei con polsini e caviglie, soffietti e un colletto con quella catena ancora attaccata. Tolgo la catena dal colletto, le metto il colletto e chiudo il lucchetto. Tolgo anche la catena tra i polsini e le caviglie e poi le metto solo i polsini al polso e alle caviglie. Poi mi metto dietro di lei e premo il mantice nella sua bocca e le tiro la cinghia dietro la testa in modo che entro 1 minuto inizi a sbavare sulle sue stesse tette. Non posso resistere e le stringo le natiche e poi torno a letto. Mi siedo sul letto e la guardo profondamente negli occhi.

Vuole evitare i miei occhi ma io continuo a seguirli e a guardarmi dritto negli occhi. Penso a cosa farò con lei. Posso legarla e scoparla analmente o posso farla strisciare come un cane. Mi vengono in mente così tante idee che mi bagno spontaneamente e solo per fantasia. Afferro la catena dal colletto e la incastro sul colletto e senza dirle niente tiro giù la catena in modo che si metta in ginocchio. Metto il mio piede tra le sue scapole e la premo sul pavimento con il mio piede in modo che sia a quattro zampe. La sua bava ora cade sul pavimento e io l'afferro per i capelli e le tiro la testa contro il suolo attraverso la sua stessa bava. Lascio andare la sua testa e la tiro alla scrivania.

Le prendo il bavero, la tiro su e la tiro sulla scrivania. Attacco una catena all'anello su ciascun polsino, poi attorno alla gamba della scrivania e poi di nuovo allo stesso anello dei polsini. Lo faccio alle caviglie e ai polsi in modo che sia legata alla scrivania come una "X". Vado con la mia mano sotto la sua schiena e le sfilo il reggiseno e la bendo. Giro il colletto in modo che la catena sia sul lato delle sue mani. Tiro indietro la testa in modo che lei guardi il mio inguine. Mi abbasso i pantaloni e i boxer e le tolgo il mantice dalla bocca. Afferro il mio doppio strap-on e allaccio le cinghie.

Premo il lato piccolo nella mia figa e l'altro lato premo la sua bocca e la scopo delicatamente. Comincia a gemere e io spingo la cinghia ancora più in bocca e la scopo un po' più forte. La bava le scorre lungo la cinghia dalla bocca. Le tolgo il reggiseno dalle tette ei suoi capezzoli sono già rigidi per l'eccitazione. Metto le unghie nei suoi capezzoli e premo la cinghia nella parte posteriore della sua gola. Si imbavaglia sul mio strap-on e premo le unghie più in profondità nei suoi capezzoli e giro i suoi capezzoli di mezzo giro con le mie unghie dentro. Alzo i suoi capezzoli in modo che la sua schiena sia leggermente fuori dalla scrivania. Lascio andare i suoi capezzoli e afferro i suoi capezzoli tra pollice e indice e li attorciglio dolcemente e delicatamente tra le mie dita in modo che diventi dolore e piacere. Le tiro fuori lo strapon dalla bocca con uno scatto.

Esco dai pantaloni e dai boxer e giro di nuovo il colletto in modo che la catena sia tra le sue tette. Lascio le catene e la tiro a terra sulle ginocchia. Le premo le gambe larghe con il mio piede, le tolgo il perizoma e la premo sul letto con le sue tette. Le tiro la catena del colletto attraverso la figa. Aggancio la catena all'anello dei polsini dei suoi polsi e infilo la catena del colletto in modo che rimanga ben stretta nella sua figa e tiro le sue mani più in alto sulla sua schiena e ci attacco l'altro polsino. Mi siedo sulla sua schiena e prima le tolgo gli stivali e poi premo immediatamente i talloni nella parte inferiore dei suoi piedi e le tiro le mani sulla schiena in modo che inizi a gemere. Nel frattempo ho colpito il suo bel culo arrapato un paio di volte con una mano piatta. Le metto il dito indice in bocca e poi subito in profondità nel suo piccolo buco del culo e le sditalo il culo molto dolcemente. Quindi premo un dildo nella sua bocca e poi di nuovo nel suo culo e ci metto sopra del nastro adesivo in modo che il dildo rimanga al suo posto.

Asciugo me e lei e torno nuda in camera da letto. Mi siedo sul letto e la guardo con arroganza negli occhi. Abbassa gli occhi e guarda per terra. Afferro il suo bacio con la mano e le do un bacio alla francese arrapato. La bacio con la mia mano sul suo collo e l'altra sulla sua guancia. La guardo profondamente negli occhi. Improvvisamente sento il suo sguardo sulle mie mani. Mi mette le mani sulle mie e mi guarda con arroganza. Il mio cuore va dall'inguine alla gola e torna all'inguine. Le sue mani si posano sulle mie, le stringe con forza. Guardo la sua bocca che urla di essere morsa. Ride e si morde il labbro inferiore e poi si lecca le labbra. Il mio sguardo scivola verso l'alto e vedo un luccichio nei suoi occhi. Prima che me ne accorga, non si morde più il labbro ma il mio. La sua lingua cerca di nuovo la mia lingua. Mi bacia in modo incontrollabile e selvaggio. Mi mette la mano sul collo, tira il mio lago verso di sé e spinge la lingua più a fondo nella mia bocca. L'arroganza che ha ora mi fa sentire confuso.

Mi allontano da lei e le rivolgo uno sguardo teso e arrogante. Prima che possa alzare le sopracciglia, la tiro verso di me per i fianchi. Non lascio che il mio domini così facilmente. Mi siedo e spingo il suo stomaco contro di me, le sue gambe divaricate sul mio grembo. Si china su di me mentre preme le sue labbra sulle mie. Lei li lecca, baciandosi oltre la mia bocca fino al mio orecchio, dove geme forte mentre premo il mio inguine contro il suo. Si piega all'indietro, i suoi seni ora sono tesi. Voglio sentirli contro i miei, quindi la premo contro di me fino in fondo. Voglio sentirla ovunque. Mi guarda sorridente e di nuovo con uno sguardo arrogante negli occhi. Si allontana da me e mi guarda dritto negli occhi. Deglutisco e quando voglio riportarla a me, lei allontana con arroganza la mia mano. Si siede sulla scrivania. Cazzo, quel corpo. Pancia stretta con coppa DD. La voglio, quindi starò con lei. Preme la sua figa bagnata contro il mio stomaco e con arroganza e prepotenza mi spinge la testa verso il basso. Senza pensare, mi inginocchio davanti a lei.

Le mie dita scivolano sulle sue gambe ma lei si volta dall'altra parte. La sua mano mi tocca la guancia mentre si gira di nuovo velocemente. Prima che mi renda conto di cosa sta succedendo e di cosa mi sta facendo, mi spinge sulla sedia e viene dentro la mia figa con le dita. Il fluido della mia figa scivola lungo la sua mano mentre entra ed esce da me sempre più velocemente e sempre più in profondità. Non posso fare altro che arrendermi a lei questa volta. Voglio trattenerla e riprenderla di nuovo, ma mi sta facendo impazzire. Mi scopa arrogante e arrapata, sempre più forte e io lo voglio. Non posso fare a meno di morderla e grattarmi le unghie lungo la schiena. Le lecco i capezzoli eretti. Lei geme e nel suo momento di debolezza la spingo di nuovo prepotentemente sulla scrivania. Mi prende e mi tira in ginocchio. Mi afferra i capelli, mi tira indietro la testa e mi sputa in faccia. Immediatamente mi preme la faccia contro la sua figa bagnata. Le prendo le natiche e la lecco. Lento e duro. Vuole sentirmi e racchiude la mia testa con le sue gambe. Le lecco il clitoride e premo la lingua su di lei. Le vibrazioni delle sue cosce sul mio collo mi fanno sentire che sta per venire. Con la mia lingua cerco quel punto e lentamente entro e fuori di lei. Premo sempre più in profondità e più velocemente. Lei geme e mi tira i capelli. Conficca le unghie nelle mie spalle e si morde la mano. Urla e con un'ultima presa si rilassa completamente. Sento il formicolio con cui mi viene in bocca. Si prepara sulla scrivania e poi si riposa. Le bacio l'interno della coscia.

Sta ancora tremando per il suo orgasmo. Con le mie labbra trovo il modo attraverso le sue pance strette e le tette fino alla sua bocca e al suo gusto di se stessa. La guardo negli occhi e lei mi sorride. Lentamente la sua mano scivola sulla mia gamba e mi stringe il clitoride. Mi spinge via e si mette di fronte a me. La guardo e sento il mio cuore battere. Mi spinge in ginocchio e si siede sulla mia schiena e si infila lentamente gli stivali con il tacco. Mi siedo immobile per 10 minuti, solo il mio petto si muove dolcemente su e giù. Si allontana da me e mi preme il tallone tra le mani. Gemo ma non tolgo le mani da lei. Mi preme la testa sugli stivali con la mano e mi fa leccare gli stivali. Mi mette in bocca la punta dello stivale e io tiro via la testa. Mi colpisce forte sul culo. Le obbedisco e la sento premere il suo stivale nella mia bocca al mio fianco. Lei tira indietro la mia testa e io chiudo gli occhi. Guardami! Duro e severo. All'inizio non oso guardarla negli occhi, ma poi guardo in 2 occhi azzurri che mi guardano in modo dominante. Mentre tiene i miei occhi in una stretta mortale con quello sguardo irresistibile, le sue dita scivolano verso la mia figa. Mi ordina di sdraiarmi a pancia in giù e poi si siede sulla schiena. Le sue gambe tengono la mia testa contro terra. Mi sento impotente e mi arrendo a lei. Mi piace che sia seduta su di me. Se anche solo traballo, mi schiaffeggia senza pietà il culo. poi mi ordina di mettermi in ginocchio, a testa alta e lei si mette il bavero e mi imbavaglia in bocca. Si toglie i polsini e le caviglie addosso e se li mette ai miei. Si mette di fronte a me e mi afferra il mento con la mano. La guardo sottomessa e eccitata e lei mi passa la mano tra i capelli e mi bacia la fronte. Deglutisco e sto diventando più eccitato. Mi schiaffeggia forte in faccia con il palmo della mano.

Mi tira su in modo che io sia solo in ginocchio. Si gratta le unghie su tutte le tette e poi mi afferra i capezzoli e mette una clip su ogni capezzolo. Toglie i pioli con 1 scatto senza aprirli. Gemo e lei mi lecca i capezzoli. Mette di nuovo i pioli sui miei capezzoli e li toglie di nuovo con 1 scatto. Lo ripete fino a quando la melma della fica non gocciola dalla mia fica. Mi prende a calci le cosce con i suoi stivali e io allargo le gambe per lei. Si mette in ginocchio e io guardo direttamente le sue tette. Sento la sua mano sulla mia figa. Premo la mia figa contro la sua mano e lei mi colpisce il clitoride con la mano piatta. Prende i pioli che prima erano sui miei capezzoli e li mette sulle mie piccole labbra. Sento l'eccitazione attraversare il mio corpo.

Prende lo strap-on e mi scopa analmente. Con una mano afferra il mio clitoride tra le unghie e con l'altra tira indietro la catena del colletto. Vengo senza permesso. I suoi stivali appaiono di fronte a me. Mi ordina di sdraiarmi di nuovo a pancia in giù. Preme forte sul lato della mia faccia con lo stivale. Pochi minuti dopo sono sdraiato sulla scrivania. I miei piedi ancora per terra e le mie mani legate sopra la mia testa. Mi prende la cintura dai pantaloni e mi colpisce il culo. in quel momento mi rendo conto più che mai di quanto sono in suo potere e alla sua mercé. In quel momento la mia volontà è completamente infranta. Improvvisamente preme la cinghia più a fondo nel mio culo e io sparo in avanti e le sue unghie si incastrano nella mia schiena. Ora mi scopa in modo più dominante e più forte e posso sentire le sue unghie che mi tagliano la schiena e le spalle. Tira fuori lo strapon dalla sua stessa figa e lo mette in bocca. Lecco lo strap-on e lei mi guarda leccare lo strap-on. Mi mette lo stivale tra le gambe nella mia figa e poi mi fa leccare lo stivale per pulirlo. Mi libera dalla scrivania e mi mette in ginocchio davanti a lei. Toglie le clip dalle mie piccole labbra e io gemo. Prende la collana e mi trascina come un cane. Le striscio dietro e lei tira la catena se non va abbastanza veloce. Mi fa alzare per le scale e io scendo mentre lei tiene ancora la catena. Forza i suoi occhi a scendere di nuovo sulle mie ginocchia. Obbedisco e la seguo sottomessa. Si siede sul divano e mi mette gli stivali sulla schiena. Ogni volta che mi muovo lei colpisce le mie natiche nude con la cintura dei miei pantaloni. Mi ordina di andare in cucina e io le prendo da bere e poi mi metto in ginocchio e le mani davanti a lei. Mi rimette gli stivali sulla schiena e mi preme i talloni nelle natiche. Si alza dal divano e mi trascina al tavolo. Mi afferra e mi costringe sul tavolo e mi lega impotente al tavolo. Si arrampica sul tavolo e sta con il tallone sul mio petto proprio tra le mie tette e mi guarda.

Mi preme i talloni sui capezzoli e io gemo sotto i suoi stivali. Mi guarda l'inguine e alza la gamba come per pestarmi l'inguine. Calcia forte la gamba, chiudo gli occhi e deglutisco ma prima che il tallone colpisca la mia figa si ferma e preme il tallone sul mio clitoride. Preme il suo tacco a spillo nella mia figa e mi scopa con arroganza con il suo stivale. Voglio tirare le catene ma sono impotente. Mi tira fuori il tallone e mi rimette lo stivale sul petto. Lei allarga le gambe su di me e io guardo la sua figa. Si inginocchia con la figa sopra la mia bocca. Fa scivolare la figa sopra il bavaglio e l'eccitazione gocciola dai miei occhi e dalla mia figa. Si alza dal tavolo e si allontana. Dopo circa 10 minuti torna e subito mi colpisce forte con un righello sulla mia figa. Voglio unire le gambe. Mi prende per la gola, mi guarda e mi sputa di nuovo in faccia. Mi gratta le tette, la pancia e la figa con le unghie. Sono pazzo di desiderio. La guardo implorante con i miei occhi. Gioca con il mio orgasmo e gode della mia totale impotenza. Preme un vibratore nella mia figa e lo mette immediatamente al massimo. Torna sul tavolo e si siede con la figa sulla mia bocca. Mi colpisce le tette rosse con il righello e mi colpisce i capezzoli più volte. quando comincio a tirare di nuovo le catene e la vibrazione arriva nelle mie cosce, inizia a colpirmi sul clitoride e continua dolcemente e silenziosamente fino a quando non sento più l'impulso di unire le gambe e di arrendermi al suo potere. Sente che sto per venire e poi mi colpisce il clitoride più velocemente e più forte. Non riesco a controllare il mio orgasmo e schizzo sul tavolo. Tira fuori il vibratore da me e smette di colpirlo. Mi accarezza delicatamente il clitoride e i capezzoli. Anspiro sul tavolo e lei mi guarda. Si toglie di dosso, mi rilascia e mi tira sopra la cinghia e si scopa la mia ultima eccitazione. Meno di 10 minuti dopo vengo di nuovo. Mi abbraccia e mi dà un bacio sul collo e sulla bocca. Mi prende in braccio e mi tiene amorevolmente e mi fa cadere in ginocchio. Sto tremando sulle ginocchia e sulle mani. mi sta togliendo il bavaglio. Mi prende in braccio e mi porta sul divano. Stende le gambe larghe sul divano senza che lei debba dire niente, le lecco tutta la figa e ottengo la mia ricompensa. Quando viene a scatti sulla mia lingua, sento la sua figa fluida nella mia bocca. Mi tira su sopra di sé e mi mette le mani sulla schiena. Chiudo gli occhi e la sento contro di me. lei mi bacia la testa e mi tira una coperta sul culo e chiude gli occhi.

Una buona padrona crea abbastanza dipendenza! O meglio forse: una buona Mistress è l'assoluta…..

© The Stringpoint Group

 

bron: thuis.nl

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping