Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

Un po' bi non è bah

mi presenterò. Sono Eva, ho 30 anni, ho lunghi capelli biondi e occhi azzurri. Sono alta circa 1,65 cm e sono magra, anche se penso che dovrei ricominciare a dieta. Mio marito ha un'opinione diversa su questo e pensa che sia consentito un chilo o 5. Ho la taglia 34 nei pantaloni e sono in possesso del club 75B. Sono anche una madre orgogliosa di 2 bambine di 3 e 6 anni. Il mio ometto Tom fa il camionista e quindi non è a casa molto spesso. Quando è a casa, è molto presto la notte (03:00) e poi si tuffa subito nel letto e va a dormire. Non abbiamo molto tempo insieme perché anche i nostri figli chiedono il loro tempo una volta che papà è a casa. Viviamo un po' uno dopo l'altro, è che siamo sposati ma andiamo avanti. Anche in termini di sesso non è all'altezza della nostra relazione e quando finalmente è successo di nuovo dopo 10 minuti viene nuovamente verificato o che siamo ancora una volta disturbati dai bambini. Tutto sommato, non proprio un'esistenza romantica.

Per fortuna ho un ottimo amico che, se le finanze non mi fanno brutti scherzi, posso uscire con loro o semplicemente giocare a casa, piazzare una carta o qualcosa del genere. Femke è molto più giovane di me ma è una ragazza davvero simpatica su cui di solito puoi fare affidamento. Le piace prendersi cura dei bambini quando devo andare al lavoro la sera ed è sempre lì per te se hai un problema. Femke è una ragazza di 25 anni, biondo scuro, capelli corti e occhi grigio/azzurri. Ha all'incirca la mia stessa taglia e anche di corporatura snella, anche se non è super magra come me. Ha circa la taglia 36 nei pantaloni e 75D nel reggiseno.

Di recente siamo stati di nuovo insieme e siamo arrivati ​​al nostro pub preferito, entrambi abbiamo ordinato una birra. Normalmente, qualcuno da noi rimane sobrio come standard, perché ovviamente anche qualcuno doveva guidare a casa. Tuttavia, oggi non è stato così perché Femke aveva deciso di restare con me e dato che Tom non è tornato a casa stasera, non è stato affatto un problema. Io stesso abito, insieme ai bambini e ovviamente a mio marito, a 2 km dal nostro pub preferito, quindi camminare non è stato un problema.

Stavamo ballando e guardando la bellezza maschile che ci ha sorpassato e ha persino dato loro punti. Femke è ancora single, quindi potrebbe averla vista in modo diverso da me. Ad un certo punto viene verso di noi un gruppo di ragazzi ubriachi cresciuti. Ragazzi di circa 16/17 li stimo e inizio, buon inizio. Cercando di entrare in contatto con noi. Femke ed io ci guardiamo ed entrambi diciamo, ehi, devi. A un certo punto uno chiede a Femke, perché non mordi o sei pentole o qualcosa del genere. Senza pensarci, Femke dice, sì, è giusto e ora vaffanculo. I ragazzi alti si guardano e si dicono, se sei davvero sexy, datevi un bacio alla francese. Se osi ti lasciamo in pace, altrimenti no.

Dato che io e Femke eravamo già piuttosto brilli, Femke improvvisamente cammina verso di me dal nulla e mi prende in bocca. Ero davvero come, cosa mi sta succedendo qui. Ma se sento che Femke vuole davvero parlarmi come volevano i ragazzi, la lascio andare. All'inizio ho tenuto le mascelle strette, ma dopo aver sentito la sua lingua farsi strada alla ricerca della mia, si aprono lentamente. Riesco a sentire la sua lingua giocare con la mia e devo dire che questo in realtà mi ha eccitato un po'. Ho dovuto dare anch'io un colpetto sulla spalla a Femke per indicare che i tuoi ragazzi se n'erano andati da tempo. Femke mi lascia andare e mi fa l'occhiolino segreto. Iniziamo entrambi a ridere e continuiamo quello che stavamo facendo prima di questo incidente, l'ispezione della carne. Nel cuore della notte verso le 4 la tenda si chiude e abbiamo deciso di andare insieme a casa mia per metterci a letto e dormire. Ci spogliamo e ci sdraiamo insieme nel nostro letto matrimoniale.

Di solito dormo solo con un perizoma e Femke di solito è completamente nuda, ma dato che continuava a fare pipì con me, ora ha lasciato anche il perizoma, e dato che non c'era nessun altro a casa, perché mio marito era al lavoro e i bambini stavamo con il nonno e la nonna, quindi non dovevamo davvero preoccuparci che qualcuno entrasse in camera da letto e pensasse cose strane su di noi.

La mattina dopo, buona mattina, ci svegliamo e ho notato che ci eravamo trascinati insieme durante la notte e stavamo solo mangiando. Fortunatamente nessuno l'ha visto e mi sono allontanato rapidamente da Femke nella speranza che non si accorgesse di nulla. Tuttavia ha iniziato a lamentarsi come, ehi, era così bello e caldo e si gira nella mia direzione. dico, e sobrio? Sì, ora del caffè, rispondi Femke.

Entrambi indossiamo magliette lunghe, visto che scendiamo al piano di sotto e io abito in un drive-in, quindi ho le finestre grandi e le tende non sono sempre tirate.

Preparo una tazza di Senseo per entrambi e Femke è già impegnata a fare una sigaretta per entrambi e già l'accende per me. Seduti insieme sul divano e guardando la TV, ovviamente gtst, interferiamo con il film che Ludo e Charlie stanno facendo ora nella serie.

Improvvisamente, dal nulla, Femke mi guarda e mi chiede, ci siamo seduti insieme ieri? Rispondo di sì, penso di sì. Dopo certo l'alcol risponde a Femke. La penso così anch'io, rispondo, ma non riesco a trattenermi dall'iniziare improvvisamente ad arrossire e ad avere una faccia rossa brillante. Femke non sarebbe Femke se non se ne accorgesse e all'improvviso chiedesse cosa hai. Dico a Femke, non ridi di me? Femke risponde con, mi conosci ragazza. Va bene, dico, potrebbe essere l'alcol, ma non credo che fosse davvero sporco, ma piuttosto carino. Be', dice Femke, non riesco proprio a ricordarlo. Per di più dice, se vogliamo davvero sapere che dobbiamo farlo di nuovo, ora siamo sobri. Non so dove guardare e proprio come ieri prima di rendermi conto di me stesso, Femke mi prende di nuovo in bocca. Per lo spavento mi dimentico di tenere le mascelle chiuse e Femke ha subito libero gioco di trovare la mia con la lingua. In realtà senza pensarci, l'ho restituita piena di resa e mi piace proprio come ieri. Così bruscamente come è iniziato il nostro esperimento, anche Femke lo pone fine. Immediatamente mi chiede, e? Vuoi una risposta onesta o civile le chiedo. Sinceramente dice, e io rispondo con una faccia ancora più rossa di quella che avevo già con, in realtà mi è piaciuto proprio come ieri a te? In realtà rispondo anche a Femke. Siamo lesbiche adesso, chiedo subito. Piuttosto bi dice Femke perché dopotutto sei sposato con Tom. Hai mai avuto la fantasia di fare sesso con una ragazza chiede a Femke? In realtà non rispondo mai molto bene, vero? Ho fatto una cosa a tre con una ragazza lì, beh, una coppia con me allora, è stato bello davvero quando ci penso in quel modo. Provare insieme? Sono scioccato da quella domanda e risposta con, uuh noi insieme intendi? No, io e il vicino rispondiamo bene a Femke. Vuoi davvero dire che ora saliamo insieme e ci lecchiamo a vicenda o qualcosa del genere. Perché non dice Femke, altrimenti non scopriremo mai se ci piacciono o meno le ragazze e siamo onesti, le lingue non sono proprio sesso, vero? Ok, dico un po' imbarazzato, ma tieni la testa davanti a Tom oa chiunque altro, dice Femke.

Detto questo, saliamo insieme al piano di sopra e finiamo nella camera da letto dove prima dormivamo insieme a letto. E adesso? chiedo a Femke.

Cosa pensi di rispondere a Femke, togliti quella maglietta e sdraiati. Ci togliamo entrambi le magliette e ora noto quanto sia bella Femke in realtà. I suoi capezzoli sono dritti come se fossero sassolini appoggiati sul suo bel seno pieno. Ora devo confessare che questo non mi lascia intatto e mi accorgo che anche i miei sono venuti fuori ferocemente. Mi sdraio sul letto e Femke si sdraia accanto a me e questa volta inizia a intervenire lentamente. Di nuovo sento la sua lingua che cerca la mia ma questa volta la lingua anche a lei. Improvvisamente un brivido freddo mi scende lungo la schiena quando noto che Femke mi sta solleticando la schiena con le dita. Decido di farlo anche con lei perché penso che sia una bella sensazione e voglio darle anche quella sensazione. Femke scende e inizia a leccarmi. Prima il mio collo, poi i miei seni i cui capezzoli ora sono davvero rigidi e scendono lentamente al mio stomaco e infila la sua lingua nel mio ombelico. Un brivido di piacere attraversa il mio corpo e sento persino una macchia bagnata nell'inguine del perizoma. Femke se ne accorge ovviamente e mi guarda e chiede di continuare? Senza pensarci davvero, rispondo SÌ con piena resa e voce arrapata. Mi spaventa anch'io e prima che me ne renda conto, Femke sta già cercando di sbarazzarsi del mio perizoma bagnato fradicio. Una volta che il perizoma si è tolto ed è atterrato sul pavimento vicino al letto, continua con la lingua. Gira intorno ai miei genitali, in modo che non mi tocchi dal basso nel punto più sensibile. Divento pazzo di desiderio e dal nulla le prendo la testa e le metto la bocca piena sulla mia fica bagnata fradicia. Immediatamente inizia a leccare come se la sua vita dipendesse da questo e io impazzisco di eccitazione. Non so da dove l'abbia preso, ma Femke ha dei brutti punti nella mia figa che non sapevo nemmeno esistessero. Non posso davvero durare a lungo, penso tra me e me e prima di poter intraprendere qualsiasi azione per non venire è già troppo tardi.

Sento solo il mio orgasmo provenire dalle dita dei piedi e inizio a contorcermi e tremare. Nel momento in cui vengo, gemo e urlo e voglio allontanare Femke da me, ma lei continua. Io urlo, vengo, vengo e mi sento crampi e sborra in un modo come non sono mai venuto prima.

Femke mi guarda eccitata e mi chiede molto seccamente, e? era cosa? Era cosa? Rispondo, questa è stata la cosa più gustosa che abbia mai provato. Bene, dice Femke, se è davvero così, sai cosa fare. In che modo vuoi dire? la sto guardando interrogativamente? Beh, semplicemente ha continuato Femke, ora è il mio turno suppongo? Primo peukie chiedo? Ok dice Femke ma dopo quella sigaretta devi proprio crederci. Entrambi accendiamo una sigaretta e la fumiamo felici. Quando Femke spinge fuori il mozzicone di sigaretta nel posacenere, mi guarda con aria interrogativa. Rispondo subito con sì, e adesso, posso godermi un momento? Lascia che ora mi diverta, rispondi Femke e mi prende la sigaretta tra le dita e la spinge fuori nel posacenere. Sono arrapata Eva, fai qualcosa al riguardo, dice Femke con voce roca. Va bene dico, sdraiati allora.

Femke si sdraia obbediente. ok lei dice, sii pronto. Beh, ad essere onesto, non sono esattamente sicuro di cosa fare ora. Fai lo stesso che ho fatto con te, rispose Femke. Inizio a baciarla molto teneramente che ovviamente finisce in un bacio alla francese. Ancora una volta la stessa sensazione mi viene in mente come mmm davvero carino e mi eccito persino per quello che stiamo facendo. Scendo fino al suo collo e ai suoi seni e lecco i capezzoli che salgono ferocemente sotto la mia lingua. Diventano duri. Scendo ulteriormente fino al suo ventre e all'ombelico e, proprio come Femke ha fatto con me, infilo la mia lingua nel suo ombelico, dopodiché emette un grido e inizia a respirare più profondamente. Alzo lo sguardo e dico, stai bene? Ottengo la risposta vieni puttana non fermarti ora, continua. Obbediente vado avanti e le tolgo il perizoma che è fradicio come il mio. Comincio ad accarezzarla con la lingua e leccandole le cosce e appena sopra la sua figa, così da non toccarla proprio lì. Femke non ce la fa più e fa esattamente lo stesso che ho fatto con lei, mi prende per la testa e seppellisce la mia bocca piena tra le sue fiamme. Posso davvero annusare e assaporarla ora e devo dire che non ha un cattivo sapore. un po 'dolce anche ma non riesco davvero a identificare il gusto. Comincio a mangiarla e noto che Femke inizia a contorcersi di piacere. Ora è fradicia e l'arrapata ora scorre dalla sua fica e si diffonde su tutto il mio viso. Femke ora sta iniziando a muoversi con più vigore e indica che non passerà molto tempo prima che arrivi.

Ma che cos'è? Sentiamo una porta sotto e immediatamente ricordo cosa significa. Merda Tom torna a casa. Entrambi saltiamo in piedi e non sappiamo quanto velocemente indosseremo i nostri vestiti che sono sparsi per tutta la camera da letto. Chiedo a Femke, dove sono il mio perizoma e il mio reggiseno. Lei risponde, cazzo non c'è tempo solo per pantaloni e maglietta e poi giù come una lancia. Siamo appena in fondo al divano quando Tom entra nel soggiorno. Si avvicina a me e mi dà un bacio alla francese come sempre quando torna a casa. Schiocca leggermente con la bocca e dice, cosa ti piace Eva? Nuovo profumo o qualcosa del genere? deliziosamente dolce. Non sapendo che ha il sapore della cornea di Femke che si è diffusa su tutta la mia faccia. Sì, rispondo in modo un po' imbarazzante. Ti piace, chiede Femke a Tom. Sì, rispondi bene Tom. Ha il mio dice Femke, se ti piace così tanto darò a Eva di più la prossima volta e mi fa l'occhiolino.

Dopo una tazza di caffè e poi devo proprio tornare a casa, dice Femke. Detto fatto, chiedo a Tom se può organizzare del caffè. Alla fine, quando abbiamo finito il nostro caffè, Femke torna a casa. prima di chiudersi la porta alle spalle, dice che le piacerebbe uscire di nuovo domani. Tom risponde immediatamente sì, va bene e comunque i bambini sono al lodge, quindi ho davvero voglia di venire. Guardo Femke e quella risposta va subito bene, va bene, sembra carino anche a me, ma va bene che dormo di nuovo? perché Eva ha qualcosa da finire con me. Tom mi guarda interrogativo e io rispondo da, affari di donne Tom, tu non capisci niente. Dì Femke, tieni d'occhio Tom che ci sarà anche lui? Femke sfacciato e un po' eccitato mi guarda e dice, poi forse può aiutarti a finire quello che hai iniziato e mi fa l'occhiolino e chiude la porta alle sue spalle. Tom ora non lo capisce affatto e chiede, cosa intende? Improvvisamente la porta si apre di nuovo e Femke dice a Tom, lo scoprirai domani. Aspetta e vedrai. E si chiude la porta alle spalle, scende le scale e esce dalla porta, sale in macchina e se ne va.

5 minuti dopo il mio cellulare squilla e rispondo. È Femke e dice che è a casa. Ricorda che dice. Non dire niente al tuo uomo, poi riattacca.

Poco dopo ricevo un sms da Fem che dice: Un po' bi non fa schifo, giusto?

© The Stringpoint Group

 

bron: Oops.nl

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping