Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

Libertà ucraina

Da 3 anni io (Leone 56 anni) ho una relazione a distanza con Irena (50 anni) di Kiev. Ci siamo conosciuti a Budapest in vacanza e c'è stato un clic reciproco tra di noi. Il mio divorzio era appena finito e mentre non stavo cercando una nuova relazione, mi è capitato di incontrare Irena che stava anche appena attraversando un divorzio. Era a Budapest con le sue 2 figlie (Olga e Vera) che studiavano entrambe all'università. Irena era una dottoressa a Kiev e le figlie hanno seguito le sue orme. Eravamo nello stesso B&B e abbiamo iniziato a parlare in inglese e presto abbiamo perso la cognizione del tempo. Era vestita in modo molto leggero, quindi potevo già notare che aveva seni piuttosto grandi, gambe lunghe, capelli rosso scuro meravigliosamente colorati, occhi belli e un sorriso che mi faceva sciogliere. Io stesso sono uno struzzo (in realtà qualche chilo di troppo), grande di statura e sì il tempo si è impossessato di me stesso. Abbiamo trascorso insieme i restanti giorni a Budapest, visitando musei, negozi, ristoranti, ecc. Ci siamo scambiati i dettagli del telefono e abbiamo promesso di rimanere in contatto.

Una volta tornata a casa, ho ricevuto subito dei simpatici e dolci messaggi via Whatsapp da Irena e quanto le era piaciuto a Budapest. Per ore abbiamo fatto videochiamate, ridendo, parlando e scambiando pensieri. È diventata una routine quotidiana parlarci la sera e prima che ce ne rendessimo conto, il COVID era improvvisamente arrivato. Fatta l'opportunità di rivedersi in carne e ossa, da dottore non poteva andarsene. Non potevo entrare nel paese (nessun viaggio essenziale). Alla fine della giornata, sono diventati messaggi e video molto sessuali in quel periodo. Mi sono spogliato per lei e lei per me in un video. Abbiamo parlato dei nostri sogni, fantasie ecc. Fino a quando non è potuta finalmente venire in Belgio ed è stato molto eccitante. Non eravamo nemmeno arrivati ​​al mio appartamento quando ha subito iniziato a baciarmi con decisione, spogliandosi e facendomi un pompino che è stato sensazionale. Le labbra si sono appena chiuse sopra la mia testa e la sua lingua mi ha leccato la testa come un cono gelato. Non ci volle molto prima che schizzassi il mio carico nella sua bocca, che ingoiò avidamente. Mi ha sussurrato all'orecchio che aveva sognato di assaporare il mio sperma e che lo adorava. L'ho spogliata e mi sono infilata tra le sue gambe per darle piacere orale a mia volta. Quella deliziosa fica succosa del clitoride è stata viziata e presto Irena è arrivata con un grido solido. Poi le ho spinto dentro il mio cazzo duro e l'ho pompata a un nuovo climax a un ritmo veloce prima di scaricare il mio secondo carico. Il sesso in quei giorni in Belgio era un nuovo mondo che era stato scoperto sia per me che per lei. Io e lei eravamo un po' abituati a 5 minuti di sesso e di sonno. Mentre ora potremmo passare ore insieme…. A volte ricevevo segnali da Irena che voleva scoprire se stessa ancora di più. Ha parlato, ad esempio, di una spiaggia per nudisti e durante la nostra visita ad Amsterdam ha davvero voluto vedere le tasche con le puttane. È entrata in un sexy shop... ha guardato tutto con occhi sbarrati e un sorriso. Sulla via del ritorno mi ha parlato di quello che aveva visto….lesbiche, gay ecc. Qualcosa che era abbastanza difficile nel suo paese. Abbiamo discusso i nostri piani insieme e poiché entrambi abbiamo responsabilità nei nostri paesi, volevamo mantenerlo così e poi stabilirci in uno dei paesi in seguito.

Quando siamo stati separati l'uno dall'altro, ci seduciamo con le videochiamate, ci siamo masturbati insieme su Whatsapp. Finalmente potevo andare in vacanza a Kiev e avevamo affittato un bellissimo chalet in legno insieme ad alcune sue amiche e alle sue figlie. Dopo aver incontrato un'altra coppia e un'amica di Olga, siamo andati a bere qualcosa e abbiamo prenotato una sauna. Maxim e sua moglie Inge avevano organizzato tutto questo. Quando siamo arrivati, non c'erano abbastanza asciugamani e si è deciso di metterli tutti nudi. E i ragazzi, le figlie avevano corpi divini, quasi alla perfezione. Bellissimi seni pieni, gambe lunghe come Irena, un culo pieno e sexy. Maxim aveva un corpo allenato e sua moglie era un po' più grassoccia, ma aveva comunque un aspetto molto bello con un bel seno sodo. L'amica di Olga era un po' più piccola, ma aveva una linea molto bella nella sua figura. È stata una situazione un po' strana, ma il mio cazzo ha fatto a modo suo e apparentemente non solo con me. Gli uomini lì avevano tutti qualcosa che gli saliva tra le gambe e con grande divertimento delle donne lì. C'erano risate e battute, senza sfuggire di mano. Alcuni baci tra le coppie lì e basta. Di nuovo nello chalet, le bevande sono state portate fuori, vodka, cognac e whisky. Si beveva molto, le donne si univano a noi nei loro vestiti da notte. L'atmosfera era molto rilassata, rilassata e si ballava anche tra di loro...

Olga era già abbastanza intima con il suo ragazzo e abbiamo visto la sua mano muoversi nei suoi pantaloncini. Tutti risero che la giovane coppia era ancora piena di ormoni e non vedeva l'ora di arrivare nella loro stanza. Irena che ha iniziato ad accarezzarmi il cazzo sulle gambe, un bacio deciso alla francese. Una strizzatina d'occhio da parte sua, un sorriso e uno sguardo molto eccitato... pensavo di sapere cosa volesse dire. Mezzi ubriachi volevamo entrambi andare a letto, ma Maxim ha insistito per un altro ballo con Irena. Lei acconsentì e Inge si sedette accanto a me per guardare e parlare. Abbiamo visto Maxim ballare molto intimamente con Irena, ha tirato su la sua camicia da notte sexy che Irena chiaramente non indossava e ha avuto modo di vedere uno spettacolo molto eccitante. Irena che ovviamente molto eccitata ha messo la mano nei suoi pantaloncini e ha iniziato a baciarsi alla francese. Inge mi ha preso la mano e ha trascinato anche me sulla pista da ballo, le nostre mani che si palpeggiavano e le nostre lingue che si ritrovavano in tutta eccitazione. Irena prese per mano me e Inge e ci condusse su per le scale con Maxim… Ci fermammo nella nostra camera da letto ed entrammo insieme senza parole. Presto tutti i vestiti rimanenti sono scomparsi e Maxim stava leccando la figa di Irena, mentre Inge ha fatto muovere il mio cazzo in bocca con lunghi colpi. Mi sono scopato quella piccola bocca arrapata e ho guardato Irena che ha avuto il suo primo orgasmo proprio nei miei occhi, quindi non potevo più trattenermi e il mio carico di sperma è caduto nella parte posteriore della gola di Inge. Si leccò le labbra e baciò Maxim che ancora assaporava il mio sperma. Irena si era tuffata nel suo grosso cazzo, che ha succhiato avidamente. Maxim nel frattempo ha leccato la figa di Inge e io ho toccato Irena a una nuova altezza, mentre Maxim le ha scaricato il suo sperma in bocca. Inge le accarezzò i seni e i capezzoli finché anche lei venne leccata dal marito. Per la prima volta si parlava tra noi e mentre si riprendevano dagli sforzi le donne esprimevano le loro fantasie.

Ad esempio, entrambe le donne non avevano esperienza lesbica e ora volevano farlo. Maxim ed io ci alzammo dal letto e ci sedemmo sui divani nella stanza. Irena e Inge si baciarono molto goffamente, ridacchiando tra di loro. Si accarezzarono i seni e le dita di Irena scomparvero nella figa di Inge… che poi lavorò sui capezzoli di Irena con la bocca. Inge ha anche messo le dita nella figa di Irena ed entrambe le donne si sono date un altro orgasmo…..ed è stato molto intenso e rumoroso. Vera stava dormendo nella stanza accanto e si svegliò al rumore e si precipitò nella nostra stanza.....Sconvolta e con gli occhi sbarrati, ci guardò tutti e se ne andò rabbiosa. L'atmosfera era svanita e Irena andò nella stanza di Vera a parlare. Anche Maxim e Inge andarono nella loro stanza. Ho aspettato in silenzio il ritorno di Irena e ci è voluto un bel po' di tempo così che stavo già dormendo quando è tornata e mi ha svegliato. Spiegava la sua conversazione con Vera e che aveva parlato anche con Olga di questa nuova situazione che era sorta. Irena finalmente si sentiva sessualmente liberata e non voleva lasciare che tutto ciò andasse sprecato. Mi ha chiesto cosa ne pensassi e ho accettato di non lasciare che nulla si ostacolasse a vicenda e tutto era possibile purché entrambi fossimo d'accordo. Va bene ha detto Irena, ho una domanda importante per te: le mie figlie sono nella stanza accanto e vogliono che tu venga a passare la notte lì. Goran, l'amica di Olga vuole passare la notte con me. Lo vedi???? Mi girava la testa a questa domanda e la mia unica risposta era: lo vuoi??? Lei rise e annuì... e io accettai. Ha inviato un messaggio a Olga e poco tempo dopo si è sentito bussare alla nostra porta. Goran, un bellissimo negro atletico è entrato nella nostra stanza e mi sono diretto verso la stanza accanto dove le due ragazze mi hanno salutato con una risatina. Mi sdraiai in mezzo al letto e alle due ragazze non fregava un cazzo… baciandomi su tutto il corpo. Olga mi succhia il cazzo e Vera mi lecca le palle e le prende delicatamente in bocca. Le mie mani accarezzavano quei bei corpi giovani, i seni e giocavano con i loro clitoridi. Olga si è seduta sul mio cazzo duro come una roccia e lo ha lasciato scomparire lentamente nella sua figa, mentre Vera sopra la mia bocca ha offerto la sua figa rasata per leccare. I suoi succhi erano appetitosi e abbondanti. In pochissimo tempo quella ragazzina arrapata è già arrivata. Olga si è presa più tempo e lentamente si è lasciata portare al culmine. A causa degli sforzi già fatti, il mio cazzo era duro, ma sentivo che sborrare per me stesso avrebbe potuto richiedere del tempo. Vera mi ha sussurrato all'orecchio che voleva prepararmi e Olga, completamente esausta, si è sdraiata accanto a noi e si è addormentata. Vera mi ha cavalcato come un'amazzone selvaggia e ad un ritmo molto veloce... il che l'ha fatta venire una seconda volta e continuare a scopare come una giovane donna arrapata selvaggia. Improvvisamente abbiamo sentito un grido fortissimo di Irena nella stanza accanto a noi che è durato molto forte e a lungo. Di conseguenza, entrambi siamo esplosi in un orgasmo molto intenso e siamo arrivati ​​nello stesso momento... poi ci siamo addormentati.

Fu solo a mezzogiorno che fui svegliato da un colpo del mio cazzo, che era ancora eretto con qualche difficoltà. Aprendo gli occhi, Irena e le sue figlie mi sorridevano nella loro nudità. Ero davvero sveglio e glielo ho chiarito. Sono andato nella mia camera da letto con Irena. Ha indicato che avrebbe fatto in modo che sarei tornato in forma per questa sera. Ha raccontato di Goran e che era davvero più che equipaggiato nella media e ha un'ottima resistenza... è arrivata esausta e ha continuato a scoparla come una bambola esausta finché non le ha inondato la figa con il suo sperma...

Seguito in arrivo...

© The Stringpoint Group

 

bron: sexverhalen.com

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping