Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

Un trio con Melissa e Femke

Questa settimana ho parlato di nuovo con Richard. Mentre ci godevamo una birra abbiamo avuto di nuovo delle belle storie e lui mi ha raccontato questa storia di due sue amiche: Melissa e Femke.

Sabato scorso pomeriggio ho ricevuto un'app da Melissa e Femke. Entrambi sono miei amici e occasionalmente sono pazzi come me. Entrambi hanno 18 anni come me. Melissa ha i riccioli castani e Femke è bionda. Entrambi hanno una bella coppa B. Erano due belle ragazze. Sempre vestito in modo provocante, una bella tonalità marrone e ben curato. Se devo essere onesto, mi piacerebbe farli entrambi. Ma poi di nuovo, con i buoni amici non vuoi sempre rischiare l'amicizia per un'altalena di una volta.

“Ries, vuoi venire da me. Sta arrivando anche Femke”, aveva aggiunto Melissa. Non avevo molto da fare quel pomeriggio. Il calcio è in pausa estiva. Ho risposto "Bene, a dopo!". Avevo voglia di divertirmi un po' con quelle due ragazze. Ci siamo sempre divertiti insieme.

Verso le 14:30 ho suonato al campanello di Melissa. Ho aspettato un momento, ma non c'è stata risposta alla porta. Ho chiamato ancora e ancora senza risposta. Sto provando il cancello del giardino. Non era bloccato. Ho fatto il giro della casa e ho visto la portafinestra aperta. Ero già stato a casa di Melissa, quindi sono appena entrato. “Ciao”, io chiamo “brava gente”. Ancora nessuna risposta. Sono andato in corridoio e ho chiamato di nuovo "ciao" al piano di sopra. Rimase in silenzio. Mi tolsi le scarpe e salii le scale fino alla stanza di Melissa. Ho sentito dei lamenti provenire dalla sua camera da letto e ho pensato ancora "non deve essere caduta?". Quando ho aperto la porta con delicatezza e attenzione, non sapevo cosa ho visto. Melissa e Femke erano nella posizione 69 a leccarsi la figa a vicenda.

Non ho mai avuto il mio cazzo duro come un martello. Che spettacolo eccitante era questo! Entrambi erano nudi e le loro lingue si toccavano a vicenda i clitoridi. Mi sono sbottonato i pantaloni e ho iniziato a masturbarmi. Melissa era al top e i miei gemiti le fecero capire che non erano più soli. Fu sorpresa, ma mi fece cenno di avvicinarmi.

Mi sono avvicinato a lei, ha afferrato il mio cazzo duro e ha messo la bocca intorno alla mia testa già umida. Ha fatto dei cerchi intorno al mio cazzo con la lingua. Il mio cazzo ha iniziato a pulsare. Lo sentì e iniziò a soffiarmi beatamente. Lo aveva così profondamente in bocca che ho sentito il suo mento contro il fondo delle mie palle. Femke ha anche capito che ero lì ed è strisciato fuori da Melissa. "Voglio assaggiare anch'io il suo cazzo... Melis, lasciami", disse. Entrambe le ragazze ora erano in ginocchio sul letto e io ero in piedi di fronte ad esso. Melissa ha lasciato che il mio cazzo scivolasse fuori dalla sua bocca, che viene immediatamente rilevata da Femke. Che festa, due belle ragazze arrapate nude di fronte a me, a turno, succhiano la mia canna del piacere. Ho sentito lo sperma lasciare le mie palle, ho tirato fuori il mio cazzo dalla bocca di Femke e ho spruzzato il mio sperma caldo in faccia. Il mio sperma si è riversato sul viso di Melissa e Femke. Loro hanno riso. Si leccarono la sborra in faccia e dissero quasi in modo divertente "Ciao Ries, anche tu qui?"

"Cosa stai facendo?" chiesi, alquanto sorpreso. "Stavamo giocando a 'obbligo o verità' e così abbiamo finito per leccarci le fighe a letto", ha detto Femke. A cui Melissa ha aggiunto "e poi con il tuo cazzo in bocca". "Il gioco continuerà?" Ho chiesto. Mi ero arrapato parecchio e dopo zia Ria non avevo più scopato. Ora che Melissa e Femke mi avevano fatto un pompino, era solo un piccolo passo per scoparli entrambi e avevo anche fame di avere quella loro bella tazza B in bocca.

Entrambe le donne furono sorprese dalla domanda. Femke sembrava maliziosa con Melissa. Lui ha risposto: “Va bene, dopotutto i miei genitori non saranno a casa fino a mezzanotte”. Abbiamo cambiato un po' le regole del gioco. Se ho scelto "osare" ho dovuto farlo con entrambi.

La prima domanda per me è stata: "Vuoi osare un tre con noi, Richard?" Non ho lasciato che chiedessero due volte e ho risposto con tutto il cuore che avevo osato. Anche prima di aver finito, sono stato spinto all'indietro sul letto. Femke è venuta e si è seduta sulla mia faccia con la sua figa bagnata. “Leccare”, mi ha ordinato. Melissa ha iniziato a leccare il tronco del mio cazzo mentre mi massaggiava le palle. Anche Femke si chinò e leccò insieme a Melissa. Quando il mio cazzo è stato di nuovo duro, Melissa si è arrampicata su di me. Metti la testa del mio cazzo contro le sue morbide labbra gonfie e bagnate e abbassati sul mio cazzo. Ha iniziato a scoparmi. "Leccate", mi sentii dire da Femke. Melissa si è fatta strizzare la figa in modo che fosse bella e stretta. Ha accelerato notevolmente il ritmo. Amico, era fottutamente brava. Ho sentito lo sperma lasciare di nuovo le mie palle e le ho spruzzato la figa completamente. «Ries, non sono ancora venuto. Adesso devi leccarmi”, gridò Melissa indignata. Femke rise “Sì Ries, questo deve essere fatto ora. Mi siederò sul tuo cazzo."

Melissa era ora in bilico sul mio viso con la sua fica cremosa. "Leccare, Ries!" Ho iniziato a leccarla e ho assaggiato il mio sperma. Presto ho preso il suo clitoride e ci ho affondato delicatamente i denti. Nel frattempo Femke aveva risucchiato di nuovo la vita nel mio cazzo e come un'abile cavallerizza mi è montata e ha iniziato a cavalcare il mio cazzo. Ha anche scopato bene. Melissa mi palpò i denti ed emise un grido "Oh sì, bello Ries... fammi venire... fammi venire". Ho spinto la lingua ancora di più nella sua figa e ho iniziato a scoparla con la lingua più in profondità che potevo. Non molto dopo gridò: "Sto arrivando!" È venuta violentemente e mi ha spruzzato in faccia il suo carico di succhi di figa. Mi è gocciolato in bocca. È stato bello e dolce. Femke era diventata super eccitata a causa di questo spettacolo e gridò: "Ries, vengo anch'io". Ho sentito il succo della fica scorrere lungo il mio cazzo dalla sua figa. Amico, questo era eccitante. Io stesso non sarei venuto adesso. Tre volte in tre quarti d'ora è un po' troppo anche per un ragazzo di 18 anni in forma come me. “Ries, sarai punito. Veniamo entrambi con te e tu non mi riempi la fica. La prossima domanda è anche per te”, ha detto Femke. Melissa rise.

“Hai il coraggio di prenderci per il culo, Ries, o non ce la fai più?”, sussultano entrambi. Sono impazzito. Hanno chiesto davvero? Anale? "Uh, sì... lo voglio, sei sicuro?" balbettai di rimando. «Be', non essere troppo timido, Ries. Due culi vergini in cui puoi ficcare il tuo cazzo sono una bella prospettiva, vero?” disse Femke con aria di sfida. "Mi verserò da bere, perché ovviamente Richard deve essere in forma", disse Melissa. Questo mi ha dato un po' di tempo per riprendere fiato.

Mentre Melissa versava qualcosa al piano di sotto e Femke andava in bagno, aprii il cassetto del comodino. Un vibratore rosa lungo e stretto giaceva lì luccicante. Di umore allegro, l'ho preso e l'ho messo sul letto sotto il piumone. Quando le signore sono tornate, abbiamo bevuto.

"Beh, signore, siete pronti?" chiesi duramente. "Prima voglio leccare i tuoi seni e poi quando sono abbastanza eccitato: scopiamo!" Mi sdraiai sul letto e le signore si chinarono su di me. Le loro gustose tette a portata di bocca. Ho iniziato a massaggiare i loro seni e ho giocato con i loro capezzoli. Lentamente li lascio scivolare tutti dentro per uno sulla mia lingua. Che belle tette Mi ha emozionato e presto ho avuto di nuovo un'erezione.

Dissi alle donne di inginocchiarsi in un treno davanti a me per sedersi sul letto. Femke davanti e Melissa davanti a me. Con il dito ho iniziato a massaggiare il buco del culo di Melissa. "Melis, tu fai a Femke lo stesso che faccio io a te", dissi. Le ho leccato il buco del culo e l'ho vista fare lo stesso con Femke. Poi il mio dito si è bloccato nel culo di Melissa e ha iniziato ad allungarsi un po'. Prima un dito e poi due dita larghe. "Aaargh", ho sentito entrambe le donne dire quasi all'unisono. “Belle signore?” chiesi. Si lamentarono affermativamente.

“Penso che sia possibile, signore. Siediti sul bordo del letto in ginocchio con il sedere in alto e verso di me”, dissi. Hanno obbedito. Ho sputato sul buco del culo di Melissa, l'ho massaggiato e ho messo la mia testa di cazzo contro il suo buco del culo. Lentamente ho spinto il mio cazzo dentro di lei dietro. Lei gemette. Femke si sedette accanto e io le spinsi due dita nel culo. Si è anche lamentata. Ho iniziato a scopare Melissa lentamente e di nascosto ho preso il vibratore rosa da sotto il piumone e l'ho infilato nella figa di Melissa. "Aaah," gridò, "cagna, dove l'hai presa?" Ho tirato i suoi lunghi riccioli come se fossi a cavallo. Ho ridacchiato e l'ho scopata ulteriormente nel culo. Ho lasciato che il vibratore andasse avanti e indietro attraverso una grotta bagnata fradicia.

«Ries, sto arrivando», gridò. Ho tolto rapidamente il vibratore dalla sua figa per ritardarlo per un po'. Il vibratore era bagnato fradicio e brillava dalla sua figa arrapata e con un movimento l'ho spinto nel culo di Femke. Non lo vide arrivare e urlò di terrore. Ho acceso il vibratore in modo che iniziasse a vibrare nel suo culo. Nel frattempo Melissa era pronta per il suo momento supremo. Incredibilmente, è venuta spruzzando, una grande pozza di liquido per la figa sul suo letto come souvenir. Ho tirato fuori il mio cazzo ancora duro dal suo culo e ho scambiato il vibratore di Femke con il mio cazzo. «Ah, Ries, speronalo fino in fondo. Portami in profondità. Voglio sentire le tue palle chiacchierare sul mio culo”, gemette.

Melissa mi stava guardando mentre scopavo Femke nel suo culo stretto. Lentamente e poi un po' più velocemente. Melissa ha messo due dita nella figa di Femke e ha iniziato a lavorare il suo clitoride. Femke gemette. “Ries, fottimi forte. Riempimi. Sono così eccitato!” lei pianse. Sono corsa fuori dal suo culo come un selvaggio finché non ho ringhiato grugnindo fino alle viscere e accidentalmente ho sussurrato: "Ah, zia Ria ..." Fortunatamente, quasi nello stesso momento Femke è arrivata sussultando, ansimando e gemendo e ha anche lasciato un souvenir sul letto di Melissa. Speravo non mi sentissero.

Esausta, ho lasciato che il mio cazzo scivolasse fuori dal suo culo. Il suo buco del culo era spalancato e il mio sperma scorreva lungo il suo buco del culo e fuori dal suo culo. Femke si accasciò in avanti e cadde esausta sul letto. La sua bocca trovò la bocca di Melissa e si diedero un forte bacio alla francese. Ero ancora arrapato come un orso e leccai entrambi i souvenir sul materasso. I loro succhi di figa si mescolavano con la mia saliva in bocca. Le ultime gocce sul mio cazzo semirigido sono state abilmente leccate da Melissa e Femke, dopo di che mi hanno anche regalato un focoso bacio alla francese. Sdraiati insieme e carezzandoci l'un l'altro, abbiamo lentamente ripreso conoscenza.

"Ries, chi è zia Ria?" suonava.

© The Stringpoint Group

 

bron: Sexverhalen.com

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping