Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

Fantasia... con tre

Mio marito Dennis ed io stiamo felicemente insieme da undici anni ormai, entrambi poco più che trentenni con un bel lavoro e molto significato nella vita. Abbiamo una relazione molto bella e sana e siamo sulla stessa lunghezza d'onda per quasi tutto. Sessualmente, tutto sta andando alla grande, e non ho mai avuto la sensazione che mi manchi qualcosa, che mi manchi qualcosa… ma questo non significa che ho certe fantasie nella mia testa. Fantasie che condivido con Dennis e che danno alla nostra vita sessuale un'altra dimensione, ma poi ridiamo sempre tutto e sappiamo che rimane con quei pensieri 'cattivi', come una specie di sogno che vaga nella tua testa ma sai che ha vinto non succede e non è necessario.

Dennis sa che troverò sempre un corpo femminile più bello di un uomo, scherza sempre dicendo che si sente allo stesso modo. Nella mia mente divago che amo una donna, la tocco, le carezze, i baci… dentro sono in fiamme a pensarci, ma non si ferma qui. Ho anche iniziato a fantasticare più spesso sul fatto che anche mio marito abbia un ruolo in questo e mi sono accorto che il fuoco in me si accende ancora di più quando immagino Dennis, con il desiderio nei suoi occhi arrapati quando vede me, e un'altra ragazza, e sperimenta i suoi appetiti sessuali con me e lei.

La sensazione beata e calda che provo pensandoci è meravigliosa e ha la precedenza, e oltre a ciò non ho mai considerato... che potrebbe diventare realtà o qualcosa, no, che non mi è mai venuto in mente. Ma in un momento inaspettato che improvvisamente è cambiato, un momento della mia vita che non dimenticherò mai e che ancora guardo indietro con affetto e ci penso molto spesso. Sono tutt'altro che volgare, o sboccato, ma non posso esprimerlo con parole diverse da questa: ogni volta che penso a quello che è successo, sento qualcosa solleticarmi nelle mutandine... fino a quando sembra quasi che sgorga dalle mie grotta. Ti riporterò a quello che mi è successo quella calda sera d'estate di qualche mese fa, e forse capirai perché il mio corpo si scalda tutto e va in estasi quando ci penso.

Non lo dimenticherò mai, faceva un caldo soffocante e avevo una giornata frenetica al lavoro. Lavoro in un salone di bellezza da poco più di 5 anni e quel giorno il pavimento è stato calpestato, poco prima dell'inizio della grande festa. Ogni anno notiamo che quel periodo è un momento di punta, dal momento che tutti vogliono apparire perfetti prima di partire per un viaggio. La mia collega e ora buona amica Romi avrebbe dovuto fermarsi prima quel giorno (non ho idea del perché). Non ha funzionato bene, ma nessun dramma e alla fine ogni cliente è stato aiutato come avrebbe dovuto. Non vedevo l'ora di tornare a casa, dopotutto, i bambini stavano trascorrendo un fine settimana al mare con il nonno, e segretamente desideravo da tempo un po' di pace e di piacere con mio marito. E come bonus, potremmo anche fare un tuffo nella piscina paesaggistica nel giardino di cui mio marito è così orgoglioso. Dopo un sacco di lavoro manuale, è stato completamente finito la scorsa settimana.

È stato un tipico venerdì sera meraviglioso, Dennis ha fornito degli spuntini, socializzando, (molti) drink e semplicemente godendosi l'un l'altro. Il terzo gin era già nella mia testa e questa sera non si poteva fare niente... tring tring. No, conosci quella sensazione, non te lo aspetti e all'improvviso quel terribile suono della campanella, in un momento non lo vuoi affatto. Dennis ha dato un'occhiata ed io ero sdraiato sulla poltrona reclinabile, ma mi sono rialzato più velocemente della luce quando ho sentito la voce frivola di Romi. "Ed è già uscita dalla doccia o è di nuovo in piedi davanti allo specchio senza poter scegliere cosa indossare?" L'ho sentita dire ridendo a Dennis. Dennis alzò lo sguardo in modo strano e poi potrei prendermi a calci. “Merda, con Romi al cinema… giusto”. Per una volta non è stato messo all'ordine del giorno, e si è dimenticato dei topi.

Fortunatamente, non aveva voglia di andare a vedere un film con quel caldo e le suggerì di bere altrimenti. Non potevo e non volevo mandarla via. Non ero pronto per andare al cinema, quindi non ce l'abbiamo più fatta, quindi sì, una serata fuori con noi tre sembrava una buona idea. E Dennis, neanche a lui importava, andava d'accordo con Romi, anche se non ci eravamo incontrati così spesso con Dennis lì. Nel frattempo erano passate le 21 e il crepuscolo serale rendeva l'atmosfera ancora più accogliente, si accendevano le candele, alcuni spuntini e, naturalmente, il necessario rinfresco (bevande). Sapevo che Romi aveva bisogno di ben poco per diventare ubriaco rapidamente e anche se anch'io ero già abbastanza ubriaco, sapevo ancora cosa stavo facendo e qualcosa in me voleva che si intontisse con me e diventasse un po' più fisico. stabilito. Dopotutto, l'ho sempre trovata molto attraente, così naturale, e segretamente a volte immaginavo come sarebbe stata vederla completamente nuda, e forse anche toccarla.

Il caldo continuò quella notte e non ce la facevo più. "Non so cosa farete, ma devo entrare in quell'acqua ORA!" La combinazione del caldo e delle tante bevande ha fatto sì che mi togliessi il vestito estivo senza pensarci e mi tuffassi in piscina in slip e reggiseno. Dennis gridò, ma ricordo così bene quando ho visto i suoi occhi quando Romi ha detto: "Ehi, aspettami, o credevi che non osassi?" Si lasciò cadere la gonna corta e il top volava in aria, e nella sua lingerie rosa pallido si tuffò in piscina dietro di me. Sono rimasto sbalordito dallo sguardo negli occhi di Dennis, ma quello è scomparso immediatamente e la sensazione è passata a un certo nervosismo, e anche se ero sdraiato in acqua, ho sentito esattamente di sentire qualcosa che scorreva dentro... Dennis è andato sul lettino sdraiato giù, un po' più vicino alla piscina, e guardavamo, ridendo, mentre io e Romi ci sbattevamo al collo esattamente come due adolescenti, che si bagnavano a vicenda, cercavano di spingere sott'acqua e ci divertivamo davvero.

Romi improvvisamente ha chiamato Dennis, ehi cagna, paura dell'acqua? O hai paura che due ragazze ti buttino giù? Gli servirono solo pochi secondi e si tuffò in acqua, senza maglietta. Indossava ancora i suoi pantaloncini neri, ma se li toglieva anche in acqua, i suoi boxer bianchi erano rimasti addosso. Voleva immediatamente mostrare la sua virilità e ci ha spinti entrambi sotto. Io e Romi non ci siamo arresi e gli abbiamo saltato da tutte le parti per farlo finire sott'acqua anche lui. Abbiamo riso e ululato, ma nel frattempo ho anche osservato mio marito, che ha innocentemente apprezzato le attenzioni e probabilmente anche i tocchi che sono seguiti automaticamente nel 'gioco dell'acqua'. Mi sono anche divertita e gradualmente ho lasciato che la mia mano scivolasse sul corpo di Romi ancora per un po'. D'altra parte, ho anche sentito che Romi mi ha fatto questo... meraviglioso. Mi sono lasciato trasportare dalla passione e dalla lussuria e ho preso la mano di Dennis sott'acqua e l'ho guidato sul corpo di Romi, senza che lei se ne accorgesse. Era una specie di segnale che volevo dare a Dennis, un segnale che diceva: va bene. I nervi urlavano attraverso il mio corpo, ma anche l'adrenalina e la curiosità forse di più.

Non ricordo come sia venuto fuori, ma qualcuno ha avuto l'idea di rimanere sott'acqua più a lungo. Era il turno di Dennis, ma voleva più una sfida, un po' di tenacia, ecco come sono gli uomini. E poi è arrivato... ho tirato fuori qualcosa e prima di accorgermene ho messo in moto qualcosa che non avevo mai sperimentato prima. "Romi ed io probabilmente possiamo baciarci più a lungo di quanto tu possa stare sott'acqua!" Dennis rise e pensò chiaramente che stavo piagnucolando e scomparve sott'acqua. Non sapendo che quando sarebbe emerso, avrebbe visto qualcosa che avrebbe potuto sognare ma che non si era aspettato affatto. E nemmeno io. Nel momento in cui Dennis è andato sott'acqua, Romi mi ha afferrato con una mano sulla parte bassa della schiena, sussurrandomi all'orecchio: "Pensi che non oso?" Il mio corpo tremava, ora si avvicinava molto, i nostri seni si toccavano, la sua mano scivolò sul mio culo e seguì un lungo bacio sensuale. Ha attorcigliato delicatamente la sua lingua attorno alla mia, e ora ero sicuro che la mia figa fosse più bagnata che mai. Dennis ha inventato uno sguardo che la dice lunga. Non proprio sicuro di come reagire, si lasciò andare un po' indietro, ma di nuovo gli feci segno. Ho anche visto il rigonfiamento nei suoi boxer, quindi ho allungato il braccio sott'acqua e ho afferrato il suo cazzo gonfio, tirandolo più vicino a noi. Gli ho dato un bacio con la lingua ed ero così curioso di sapere come avrebbe reagito Romi. Mi sono girato verso di lei e l'ho baciata di nuovo, e Dennis improvvisamente ha preso in mano la situazione e si è avvicinato alle nostre labbra baciandoci con la sua bocca. Il tono era deciso, i freni sempre più sciolti, così come le mani...

Rimasi senza fiato per un momento e fui costretto a smettere di baciarmi, ma Dennis e Romi si baciarono furiosamente. Il nervosismo è diventato ancora più intenso per me, una sensazione molto strana, ma volevo davvero di più e ho trovato eccitante quello che li ho visti fare. Ho preso la mano di Romi e l'ho portata al suo cazzo. Con l'altra mano ha aperto il mio reggiseno, mentre l'altra mano è scomparsa nei suoi boxer. Mi accarezzò delicatamente il seno e Dennis si stava chiaramente divertendo. Mi sono avvicinato a lui e sono affondato sotto il suo naso, tirando giù i suoi boxer bianchi. Romi ha risposto a questo e ha guidato il suo cazzo alla mia bocca. Non è facile sott'acqua, ma la lussuria era così grande, così come il suo cazzo. Una volta fuori dall'acqua ho visto che Romi nel frattempo si era tolta il reggiseno. Dennis ha fissato i suoi bei seni, si è allungato e ha impastato sia il mio che il suo seno. Non aveva ancora lasciato andare il suo pene... così eccitata. Così caldo. Così sexy.

Conosco anche mio marito e potevo leggergli nel pensiero... Sapevo cosa voleva e volevo vederlo io stesso. Così l'ho afferrato e l'ho portato sul bordo della piscina. "Siediti sul bordo, al resto pensiamo noi" e Romi non esitò un attimo, si avvicinò al suo cazzo duro come una roccia e gli diede un bacio sulla testa, la sua mano accarezzò il suo ventre. Respirò sempre più forte. Mi sono unito e ho baciato l'asta del suo pene. "Ora chiudi gli occhi", gli ordinai. Ho preso delicatamente Romi per i suoi capelli e l'ho guidata verso il cazzo di Dennis. Aprì la bocca e scivolò lentamente lungo le sue belle labbra sexy. Dennis gemette, e poi gli dissi di aprire gli occhi. “Sentivo che erano le labbra di Romi,” gemette, e quelle parole mi resero ancora più eccitato. Per minuti ha succhiato il suo cazzo senza fermarsi, e mentre mi prendeva la mano e portava le mie dita sulla sua figa. La prima volta ho sentito un'altra figa ed era deliziosa. Ho fatto scivolare due dita in profondità e ho visto dalla sua tecnica di pipa che si infuriava più violentemente ogni volta che le mie dita scivolavano dentro. Dennis poteva venire in qualsiasi momento, Romi lo sentiva e si fermò molto vicino al suo climax. "Dai, lasciamo che si riprenda per un po', ma non per molto", ha detto. Ho riso e le ho dato un altro bacio, sono uscito dalla piscina e ci siamo asciugati. Mi sono sdraiato sul lettino e Romi mi è venuta sopra per metà, il culo girato verso Dennis. Mi ha impastato i seni e si è scesa, baciando la mia pancia, il monte di Venere, fino alla mia figa bagnata.

Mi ha leccato deliziosamente e con la coda dell'occhio ho visto Dennis inginocchiato dietro Romi, il suo cazzo in mano, che si masturbava molto vicino al suo culo. Mi ha solo bagnato, ho chiuso gli occhi per un momento con piacere, finché all'improvviso ho sentito la sua lingua nella mia figa. Ho aperto gli occhi e mi sono lamentato. Poi ho capito perché era improvvisamente così violenta… Dennis aveva appena infilato il suo bel cazzo nella figa di Romi. Ha smesso di leccarmi, ma ha infilato due dita dentro di me. Dennis pompava sempre più velocemente, Romi gemeva sempre più forte. I suoi seni oscillavano bene su e giù, finché Dennis non li afferrò con entrambe le mani. Giocosamente e delicatamente l'ho visto massaggiare i suoi bei capezzoli, continuando a spingere il suo cazzo. Affondai un po' più a fondo, finché la sua figa non fu sopra la mia bocca. Ho leccato con la lingua dove potevo toccare sia la sua figa che il suo cazzo. Improvvisamente ha afferrato il suo cazzo e me lo ha infilato in bocca. Ho assaporato il suo gusto e ho pensato che fosse piuttosto delizioso... mi ha scopato delicatamente la bocca, e poi l'ho afferrato e gli ho strofinato la testa contro le sue labbra bagnate. Una piccola spinta, e di nuovo la scopa senza fermarsi. Una volta senza fiato, si alzò e ci portò per un braccio in camera da letto.

Ci spinse sul letto, a gambe spalancate, e iniziò a leccarci dappertutto. Il suo cazzo ancora duro come una roccia penzolava sopra le nostre teste, quindi io e Romi abbiamo deciso di viziarlo ulteriormente con le nostre bocche. Ancora una volta abbiamo sentito che il suo sperma non era lontano, quindi ci siamo fermati e lo abbiamo lasciato recuperare. Si sdraiò sulla schiena, il cazzo dritto in alto, e Romi non perse l'occasione… molto cattiva si sedette sopra di lui, gli afferrò il cazzo e abbassò la figa fino in fondo. Dennis le afferrò immediatamente il seno, alternandosi al suo culo sexy. Ho guardato così eccitato, questo mi ha eccitato così tanto ... le mie dita si sono strofinate sul mio clitoride e sono arrivate a un orgasmo che non avevo mai provato prima. Quasi contemporaneamente ho sentito Dennis gemere forte e ho visto come ha iniettato il suo sperma nella figa di Romi. È scesa da lui, si è sdraiata accanto a noi e Dennis ha continuato a spruzzare sulla sua figa bagnata. Non è stata detta una parola per minuti, finché non abbiamo iniziato a guardarci e tutti avevano un sorriso enorme sui loro volti. Che esperienza… non ci siamo pentiti di nulla, anzi, è stato anche permesso che si ripetesse presto.

Ci siamo addormentati con tre nel nostro letto. Nel bel mezzo della notte mi sono svegliato un po', sia io che Romi eravamo a metà su Dennis. La mia figa era ancora bagnata ed ero curiosa di Romi. Sono scivolato sulle sue natiche, fino alle sue morbide labbra. Per quanto bagnato si scopre. Prendo un po' del liquido dalla sua figa sul mio dito e lo porto alle labbra di Dennis, che si è svegliato rapidamente anche lui, e il suo cazzo è stato duro in due secondi come lo era stato poche ore prima. Io e Romi gli abbiamo fatto un altro bel pompino e lo abbiamo lasciato schizzare sulle nostre lingue, con lo sperma che ci gocciolava fino al seno. La mattina ci siamo fatti una doccia insieme, Romi ci ha lasciati dopo colazione. Quel giorno non ne abbiamo davvero parlato, ma abbiamo camminato tutto il giorno con il sorriso sulle labbra. La sera Dennis ed io abbiamo fatto un delizioso sesso appassionato. Mi è piaciuto tanto quanto la sera prima. Ad essere sincero… ho pensato per un po' a Romi ea come ha superato la mia immaginazione.

© The Stringpoint Group

 

bron: thuis.nl

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping