Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

"Purtroppo il sesso in sauna è vietato"

Venerdì

Le parole di Chris risuonano ancora nella mia testa. Sono stato licenziato sul posto. Che cosa significa? Ho ancora diritto allo stipendio? O su un vantaggio? O finisco subito in assistenza? Pauline ora ride a crepapelle, la guardo furiosamente. Mark si schiarisce la voce. “Non voglio essere coinvolto, ma non è una misura molto rigorosa? Laura ha lavorato sodo stasera.

Prima che possa dire qualcosa, Chris risponde che mi aspetta in ufficio lunedì pomeriggio per un colloquio. Si gira e non vedo altra soluzione che lasciare la festa. Le lacrime rigano le mie guance. Marco mi corre dietro. Mi avvolge con le braccia. "Tesoro, andrà tutto bene", dice. Entrambi avete appena bevuto troppo vino. Vieni, ti porto a casa."

Ma quando chiedo in macchina se può per favore, per favore dormi con me solo per una volta perché non posso davvero essere solo in questo momento, il suo viso si oscura. "Scusa tesoro, devo andare. Sono le vacanze autunnali, da domani andremo a trascorrere una settimana in una casa delle Ardenne. Isa sta attraversando una terribile pubertà. Fuma e si è rasata la testa. E lei ha solo 13 anni!" sospiro. I ragazzi marci di Mark non mi interessano davvero.

Lunedi

Vado al lavoro alle 13 in punto, non voglio affrontare i miei colleghi. Chris sembra ancora arrabbiato, non ho mai sentito così tanta distanza. E che mentre abbiamo condiviso il letto un certo numero di volte. Ricordo con nostalgia il nostro primo incontro con vecchio e nuovo ad Anversa, dove scattammo subito. Dove è andato storto?

Seduta accanto a Chris c'è Sandra, la consulente HR freelance con la quale ho anche firmato il contratto quando ho iniziato a lavorare. Entrambi sembrano freddi. "Vorremmo annullare il tuo contratto a partire dal 1 novembre", afferma Chris. “Non hai mantenuto gli accordi e hai disonorato la nostra azienda. Potresti per favore firmare questa lettera?"

Mi sento molto sopraffatto da questo messaggio. "Accidenti, Chris", dico. “Eravamo amici, vero? Abbiamo anche condiviso il letto un paio di volte.” Vedo Sandra che lo guarda acutamente. Bellissimo. Quindi lei non lo sapeva. “Ho bisogno di pensarci un po' e discuterne con il mio avvocato. Posso portare questa lettera con me?" Mi alzo e lascio l'edificio il più dignitoso possibile. Per fortuna io e mia sorella stiamo parlando di nuovo, perché non saprei come risolverlo da solo. Purtroppo non avrà tempo per me fino a domani.

Mi sento molto solo. Chi posso chiamare? Fleur è impegnata solo con il bambino, Mark è in vacanza e mia madre mi parlerebbe solo severamente. Angela allora. È felicissimo che io stia chiamando. "Andiamo in sauna per una sera", dice. "Rilassarsi e recuperare".

Ma una volta che sono nella sauna con lei, non ho più voglia di parlare del mio lavoro. Parliamo dei bambini, di Marco, della crisi energetica, dell'inflazione e all'improvviso è tardissimo. Non è rimasto quasi nessuno. "Andiamo, abbiamo la vasca idromassaggio tutta per noi", dice, dandomi una gomitata. Guardo il suo corpo sodo e muscoloso. Dovrei davvero andare in palestra molto più spesso se volessi apparire così anche io.

"Purtroppo, il sesso nella sauna è proibito", dice Angela. “Sei così bella nuda. Forse la prossima volta dovremmo andare in una sauna sessuale. Fa scivolare la mano tra le mie gambe. Mi emoziono subito. Hmm, un caldo fare l'amore nella jacuzzi mi sembra qualcosa. Immagino i nostri seni bagnati e lisci che si sfregano insieme e le nostre dita che giocano l'una con la manopola dell'altro. Mi alzo a fatica. Non facciamo questo. Non voglio più persone arrabbiate.

Mezz'ora dopo ci salutiamo nel parcheggio con un lungo e caldo bacio alla francese. Le sue labbra morbide mi fanno impazzire. Pazzo, le donne non mi piacciono per niente, ma Angela scatena in me desideri inaspettati. E quando sono a letto dopo un'ora, cado in un sonno senza sogni, nonostante il brutto inizio di questa giornata.

Martedì

È pazzesco stare a tavola con mia sorella. Non so cosa dire a Maarten quando lo vedo. "Maarten è al lavoro", dice mia sorella alla mia domanda non detta. «Ma è qui spesso. Spero che viva di nuovo qui prima di Natale. La terapia ci sta facendo molto bene, avremmo dovuto farlo molto prima. E dimmi, cosa sta succedendo? Perché sei stato licenziato sul posto?"

Dico loro che ho abusato da ubriaco del mio capo a una festa e che questa non è la prima pugnalata che ho lasciato cadere. Ma che ho anche fatto sesso con lui alcune volte, cosa che non ritengo molto professionale. Allora mi viene un'idea brillante. “Non posso denunciarlo alla polizia? E chiedere un risarcimento? Forse avrò ancora dei soldi rimasti!"

© The Stringpoint Group

 

bron: de Telegraaf

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping