Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

"Sta dicendo che mi ha pagato per fare sesso?!"

Lunedi

Congelo dalla paura. Mia madre e mia sorella sono alla porta, mentre il marito di mia sorella è seduto sul divano con me. "Vai in camera mia", sibilo a Maarten e gli do una spinta. Mia madre e mia sorella inciampano al piano di sopra e mi spingono tra le mani un grosso pacco. Lo apro e all'interno c'è una macchina da caffè incredibilmente bella. Li faccio volare al collo. "Che dolce! Finalmente niente più caffè filtro. Ma non sei più arrabbiato?"

"Certo che lo è", dice Frederique. "Sì, sei ancora la mia sorellina. E io e Maarten ci stiamo parlando di nuovo, quindi forse alla fine funzionerà. Immagino che d'ora in poi tieni le zampe lontane da lui, giusto? Bene, vai, vai a farci un caffè!" Non sento niente in camera da letto e non oso guardare. Ma mi sento molto a disagio ora che so che Maarten è rinchiuso lì. Finché Frederique non si accorge di nulla. Fortunatamente, c'è ancora una torta rimasta dal dolcetto al lavoro.

“Sono davvero felice che tu sia qui,” dico. «Odiavo litigare con te, Fred. Ci siamo davvero baciati solo quando pensavo che vi foste lasciati. Ma prometto di stargli lontano. E dimmi: come va il tuo lavoro?" La sera scivola via. Sono terrorizzata dal fatto che Frederique voglia improvvisamente prendere in prestito dei vestiti, avere bisogno di un assorbente interno o pensare a qualche altro motivo per cui vuole guardare nella mia camera da letto. Ma non succede nulla e alle 10 mia madre inizia a sbadigliare e vuole tornare a casa.

Non appena se ne sono andati, volo in camera da letto, ma Maarten non c'è più. La finestra è aperta, a quanto pare è passato inosservato. Buona cosa, anche. D'ora in poi starò lontano da mio cognato, il legame con mia sorella mi è troppo caro.

Giovedì

Al lavoro tutti sono febbrilmente impegnati con la festa di domani. Posso fare di nuovo le stupide faccende, come stampare la lista degli invitati e fare i biglietti per il buffet in corso. E che mentre è la festa aziendale del mio amico e non si sarebbero nemmeno trascinati in quell'enorme lavoro senza di me. "Puoi scegliere: vuoi ricevere gli ospiti, stare al buffet, fare il guardaroba o fare la toilette?" Pauline sorride ferocemente, penso che le importi.

Alle 5 sono contento di poter tornare a casa. Sono terrorizzato da quella festa in cui Mark può vedere come vengo trattata come una farsa al lavoro. Inoltre, temo che ci sarà anche sua moglie. Gli scrivo se passa stasera, ma dice che è troppo impegnato a prepararsi. Per un momento ho visioni di Pauline e Mark insieme, ma lui non lo farebbe, vero?

Il mio telefono emette un segnale acustico. Si tratta di un'app dell'italiano Luca che annuncia che è la sua ultima serata ad Amsterdam. Ho voglia di incontrarmi? Oh bene, perché no; Ella starà con Linda fino a domenica. Si propone di incontrarsi di nuovo nella sua stanza d'albergo. Ho dimenticato per un momento di aver rubato 500 euro dal suo portafoglio in quell'hotel. A quanto pare non se ne è accorto. Bene.

Una volta che sono nella sua stanza, mi prende in braccio e mi mette sul suo letto. Ci strappiamo i vestiti e loro volano attraverso la stanza. Afferra un preservativo e in pochi secondi è dentro di me. "Scusa," geme. "Molto egoista, ma sei anche così sexy." La sua barba mi solletica il collo. Avvolgo le gambe intorno ai suoi fianchi per attirarlo ancora più a fondo. Mi succhia i capezzoli così forte che sussulto. Si spinge così forte e in profondità dentro di me che grido il suo nome.

Più tardi, quando siamo fianco a fianco, dice: "Ti è capitato di prendere in prestito dei soldi da me?" Sono spaventato a morte. Ovviamente gli sono mancati quei 500 euro, non c'è altro modo. "Pensavo fosse stata la cameriera, quindi ora qualcuno è stato licenziato." Sono spaventato. Non è questa l'intenzione. In un sussurro, confesso che ho preso i soldi. "Ecco quello che pensavo," dice Luca improvvisamente freddo. «Meno male che non ho davvero accusato una cameriera. Sai cosa? Puoi tenere i soldi. Come ringraziamento per i servizi resi”.

eh? Cosa sta dicendo adesso? Che mi ha davvero pagato per fare sesso?! Non sono una puttana, vero? O... ai suoi occhi lo è?

© The Stringpoint Group

 

bron: de Telegraaf

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping