Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

'Ho voglia di lasciare che le mani del suo dottore vagano sul mio corpo'

Sabato

Il mio cuore batte forte. Luca russa. Qualche centinaio di dollari sporgono dal suo portafoglio. Probabilmente può facilmente perdere quei soldi se può permettersi una camera d'albergo così costosa. Tendo la mano. Sono otto note! Conto alla rovescia cinque e li metto nella mia borsa. Ma nel momento in cui mi metto le scarpe, Luca apre gli occhi. "Ehi. Dove stai andando?" Gli spiego che devo andare a casa perché la mia amica Angela sta con me.

"Ma non puoi andartene, vero? Sarò qui tutta la settimana. Almeno ti do il tuo numero di telefono!” Dato che i suoi soldi stanno bruciando nella mia borsa, lo scarabocchio su un pezzo di carta e lascio velocemente la stanza d'albergo, mentre scrivo ad Angela per chiederle dove si trova. Si scopre essere al casinò con un gruppo di altri italiani e mi chiede come stavo.

"Tutti i cliché sugli uomini italiani sono veri", rispondo. “Infuocato e instancabile a letto. Questo ha più che compensato il suo piccolo cazzo. Ti passo a prendere con l'Uber? Poi ti racconterò tutto dopo".

Lunedi

Oggi è il mio vero compleanno. Frase hashtag. Non passa nessuno, Mark non può lasciare la sua famiglia e l'atmosfera in ufficio è fantastica. All'asilo una maestra mi porge un disegno che ha fatto Ella. Le lacrime mi salgono agli occhi. Così dolce che ci hanno pensato! Prendo una torta dalla pasticceria e la pago con il senso di colpa per una delle banconote da 100 dollari che ho rubato a Luca.

"Niente torta, grazie", dice Pauline misurata mentre si accarezza i fianchi mancanti. “Ho messo su chili quest'estate. Quanti anni hai effettivamente? Oh, 34 passi? Ti avrei stimato almeno 38. Sembri molto più vecchio. Mi guarda intensamente. “A proposito, hai fatto qualcosa alle tue labbra? All'improvviso sembrano così falsi. Ho voglia di lanciarle la torta in faccia, ma mi trattengo. Non posso e non devo perdere il lavoro finché non avrò qualcos'altro.

Chris si congratula con me nella sua stanza con due baci sulla mia guancia e uno sulla mia bocca. Mi porge un libro di cucina. Dice: “Nonostante la tua età avanzata, ti trovo ancora follemente sexy. E spero che un giorno mi renderai qualcosa di carino". Ride maliziosamente. "Una delle tante cose deliziose che mi piacerebbe fare con te." Mi irrita. Sarà ancora il mio capo e questo mi sembra inappropriato. Quindi me ne vado. Nel frattempo, Luca continua a scrivermi messaggi quando possiamo vederci. Lo ignoro. Davvero non gli mancherebbero affatto quei soldi?

Quando Ella si sdraia a letto la sera dopo aver consumato il pasto festivo – una pizza – provo un senso di solitudine. Questo è davvero il compleanno più triste di sempre. Non ho nemmeno ricevuto un regalo da Mark e mia madre e mia sorella non hanno parlato affatto. Poi ricevo un'app da mio cognato Maarten. "Ehi, bella sorella. Congratulazioni! Ti stai divertendo a festeggiare?"

Improvvisamente un sentimento di rabbia mi ha sopraffatto. Maarten mi ha baciato. A quel punto Frederique lo aveva già lasciato. È davvero ridicolo che sia così arrabbiata con me quando non posso farne a meno. Quindi, per un capriccio, gli rispondo che sono a casa da solo e gli chiedo se gli piacerebbe venire. "Salzo subito in macchina", risponde. Per un momento mi sento in colpa, ma lo respingo. Non ho niente a che fare con il matrimonio di mia sorella e di suo marito.

La campana sta suonando. Martin è alla porta. Ha ancora il camice da dottore e sembra ridicolmente sexy. "Ancora congratulazioni", dice e mi porge un mazzo di rose. "Ce ne sono 34, proprio come te." Sono incredibilmente belli e li ho subito messi in un vaso. Per un attimo sento una fitta al petto. Perché Mark non mi dà queste cose? Guarda la scatola della pizza vuota. "Peccato non poterti portare fuori a cena per il tuo compleanno. Ma poi dobbiamo celebrarlo in un modo diverso”.

Si siede accanto a me sul divano. Ha un odore follemente buono e ho voglia di far scorrere le mani del suo dottore su tutto il corpo. Guardo i suoi jeans, che hanno un enorme rigonfiamento. Pfff, mio ​​cognato mi trova eccitante quanto me. Eppure dubito. Se vado a letto con mio cognato adesso, io e mia sorella non staremo mai più bene. Fisso le labbra sexy di Maarten. Si stanno avvicinando.

Poi il campanello suona di nuovo. Guardo fuori dalla finestra. merda. Mia madre e mia sorella sono alla porta! E sembrano portare un dono enorme. Cosa dovrei fare?

© The Stringpoint Group

 

bron: de Telegraaf

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping