Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

"Preferirei fare una cosa a tre con questi due uomini"

Martedì

I preparativi per la cena stampa di giovedì sono in pieno svolgimento. Ceniamo al ristorante italiano di un amico del mio capo Chris. Ogni portata è accompagnata da un vino in abbinamento del produttore di vino che è il nostro nuovo cliente. Inoltre, Pauline sta organizzando anche un viaggio stampa. Sono geloso, perché non posso venire e lei è con Chris sotto il sole della Toscana da giorni. E penso che lei abbia una cotta per lui.

Il mio telefono. È di nuovo Marco. "Puoi chiedere a tuo cognato altre di quelle pillole?" Mi fa ancora male la spalla. Non riesco a dormire". Infastidito, metto il telefono nella borsa. Anche se ha detto che il diaframma di Josien è vecchio di anni e che non hanno mai più fatto sesso, non so se posso credergli. Quando scrivo a Maarten, dice che lui e Frederique sono a Vlieland con i bambini e che inoltrerà una ricetta alla farmacia. Per fortuna, non devo vederlo.

Giovedì

Oggi sono davvero retrocesso come assistente. Insieme allo stagista, posso ricevere gli ospiti e appendere i cappotti. Poi posso versare il vino ad ogni portata. Pauline e Chris fanno la presentazione e si siedono al tavolo con i giornalisti e gli influencer. Ci sono molte ragazze colpite che flirtano con Chris. Estremamente irritante. Per fortuna nella cucina di Renzo – il titolare del ristorante – ricevo anche spuntini gustosi e vino.

A mezzanotte finalmente se ne sono andati tutti e finiamo a tavola con una bottiglia di limoncello. Pauline sbadiglia rumorosamente e le dice di andare a casa. Guarda Chris, ma non gliene frega niente. "Vado a letto con Renzo," dice. “Siamo buoni amici e lui vive sopra il ristorante. Vuoi un altro drink, Laura? Alzo il bicchiere. Perchè no?

Renzo risulta essere nato a Palermo, ma vive in Olanda da 20 anni. Lo stimo sulla trentina. È un po' piccolo, ma per il resto lo trovo molto attraente in realtà. "Possiamo anche andare di sopra", dice. "Allora la squadra di cucina può pulire qui e andare a casa."

Quindi un po' più tardi sono seduto sul divano in un soggiorno completamente sconosciuto tra il mio capo e il suo amico. Sono un po' brillo. Me lo sto immaginando o c'è un'atmosfera cupa? “È la tua ragazza, Chris?” chiede Renzo con voce roca. Chris scuote la testa e dice che ci piacciamo davvero, ma che non pensa sia saggio iniziare qualcosa con uno dei suoi dipendenti.

"Quindi non vuoi fare sesso con lei," dice Renzo con voce roca. "Ma forse ti piacerebbe vederci mentre lo facciamo?" Ingoio. Preferirei fare una cosa a tre con questi due uomini. Chris annuisce lentamente. Poi Renzo si avvicina e inizia a baciarmi troppo ferocemente. Sento le sue labbra e la sua lingua calda. Chris si alza e si siede sulla sedia di fronte a noi per vederci meglio.

Renzo si sbottona i jeans e la camicia. Vedo il suo ventre muscoloso e marrone. Non indossa biancheria intima. Qualche istante dopo è nudo. Lo accarezzo. Chris guarda. Non fa niente, ma vedo che lo eccita. "Voglio vederti anch'io," dice Renzo. Mi tolgo vestito, collant e biancheria intima. Con la coda dell'occhio vedo anche Chris aprirsi i pantaloni e iniziare a giocare con se stesso. "Sei bellissima" sussurra Renzo.

Renzo ama tutto il mio corpo, con le sue dita, labbra e lingua. Tutti i cliché sugli italiani sono veri. Si prende tutto il tempo e mi fa impazzire di piacere. Il fatto che Chris segua tutto e lo ecciti visibilmente lo rende ancora migliore. Sento che ci vorranno ore prima che tutti e tre siamo soddisfatti e ci vestiamo di nuovo sul divano. Mi sento molto escluso. "Questa è stata fantastica Laura", dice Chris. “Chiamerò un taxi per te. E oh sì, i colleghi ovviamente non sono autorizzati a saperlo".

Venerdì

Ho dormito a malapena, mi sento così strano per il corso della scorsa notte. Ma anche perché l'ho fatto questa settimana con tre uomini diversi. O sono le quattro adesso? Devo comportarmi come se nulla fosse sbagliato in ufficio lunedì? E posso? Ovviamente devo anche portare quelle medicine a Mark più tardi. Penso che li metterò nella cassetta delle lettere; Non ho voglia di vederlo ora.

Ma poi il mio telefono emette un segnale acustico. Un messaggio di mia sorella. "Sei a casa stasera, Laura? Ho bisogno di parlare con qualcuno. Penso che Maarten stia barando...'

© The Stringpoint Group

 

bron: de Telegraaf

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping