Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

'Mi lamento: questo non è consentito, è così sbagliato'

Domenica

Mark è in una strana posizione in fondo alle scale. Gli corro incontro e cerco di aiutarlo ad alzarsi. "Aw, la mia spalla", geme. "Penso che sia rotto. Chiama un'ambulanza!" Guardo il mio orologio. Sono le 11 di sera. Apro la porta d'ingresso e guardo la casa di mia madre. Tutto è buio lì. Penso a Ella, che sta dormendo. "Sbrigati", scatta Mark, e poi chiamo i servizi di emergenza.

Qualche istante dopo sono seduto nella sala d'attesa dell'ospedale con un'Ella addormentata tra le braccia. È molto occupato. Questo non può essere fatto. Chi posso chiamare? Fleur deve partorire da un momento all'altro. Mia sorella allora. Il telefono sta squillando. .registrazione. merda. È mio cognato Maarten. "Mi dispiace chiamare così tardi", dico. "Frederique è a casa?" Ma sta già dormendo.

E così succede che poco dopo Maarten prende in consegna da me Ella addormentata e la accompagna a casa mia, perché pensa che dovrebbe essere nel suo stesso letto. Poi è finalmente il turno di Marco. La foto mostra che la sua spalla era davvero rotta. Vogliono tenerlo durante la notte per vedere se ha bisogno di un intervento chirurgico domani. Non c'è alternativa. Devo chiamare sua moglie.

È ancora completamente sveglio. "Pensavo che sarebbe stato con te," sibila. "Sto venendo ora. Mi aspetto che tu te ne sia andato per allora. Mark è mio marito, Laura. Quando arriverà a quei tuoi stupidi cervelli?" Guardo Marco. Grazie a una buona dose di morfina, si addormentò. Lo bacio sulla guancia e ordino un Uber. Allora vai a casa.

Singhiozzando, apro la porta del soggiorno, dove Maarten mi sta aspettando. Mi lancia alcune domande mediche a cui non conosco le risposte. Dico che sono stanco morto e voglio dormire, ma prima vuole versarmi un bicchiere di vino. "Sei terribilmente sconvolto", dice. "Quell'ospite non vale affatto la pena, vero?"

Maarten si siede accanto a me sul divano. "Stai tremando completamente", dice. "Vieni, prendi la mia giacca." Lo guardo e capisco cosa vede in lui Frederique e perché tutti i pazienti scappano con lui. Potrebbe facilmente figurare in un romanzo medico. Poi mi mette un braccio intorno alle spalle. Improvvisamente ho voglia di rannicchiarmi tra le sue braccia e baciarlo. Ehi, non puoi. È il marito di mia sorella! Zona proibita.

Mi siedo lontano da lui e gli dico di andare a casa. "Non ne ho voglia", dice Maarten e prima che me ne accorga la sua bocca preme contro la mia. Esplorando, la sua lingua lecca la mia. Le sue labbra sono morbide ma ferme. "Hai un buon sapore." Riesco a sentire la sua durezza che preme contro il mio stomaco mentre si sdraia su di me.

"Questo non è permesso," mi lamento. "Questo è così sbagliato. Sei il marito di mia sorella!” Ma a Maarten non importa niente. Si mette a cavalcioni su di me, mi sbottona la camicetta, bacia un capezzolo e poi l'altro. Poi spinge da parte le mie mutandine e mi infila due dita dentro. merda. Mi faccio sentire da mio cognato. Nuovo. Faccio sesso con mio cognato.

Qualche istante dopo siamo entrambi nudi. Maarten raccoglie i jeans dal pavimento, gli fruga in tasca per un momento e poi prende un preservativo dal portafoglio. L'avrebbe sempre avuto con sé o si è semplicemente preparato per questo? Mette le mie gambe sulle sue spalle e poi si siede molto profondamente dentro di me. È delizioso. Così meraviglioso che non riesco a pensare a nient'altro che a questa sensazione travolgente.

Dieci minuti dopo siamo seduti uno accanto all'altro un po' goffamente. Tutta l'euforia del giusto è scomparsa. Mi sento male e mi dispiace. Dovremmo dirlo a Frederique adesso? Non posso tenerglielo nascosto, vero? "Non avremmo dovuto farlo", dico con voce roca. "Frederique non ci perdonerà mai."

"Frederique non ha bisogno di saperlo", dice Maarten. “È il nostro piccolo segreto che ricorderò per molto tempo a venire. E forse lo rifaremo". Mi bacia sulla fronte e poi se ne va.

Sono completamente confuso. Sono innamorato del mio capo, ho una relazione con il mio vecchio - e sposato - capo e ho appena fatto sesso con il marito di mia sorella. Sbagliato, sbagliato, sbagliato. Sto quasi iniziando a odiarmi. Forse è ora che io inizi una relazione normale. Ma... posso?

© The Stringpoint Group

 

bron: de Telegraaf

 
Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping