Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

"I suoi occhi scivolano costantemente sul mio seno"

Domenica

A piedi nudi, salgo di soppiatto al piano di sopra e mi chiudo di nuovo in camera da letto. Il mio cuore batte forte. Chi sarebbe? Forse Mark ha un'altra amante di cui non so nulla. No, non è possibile. Non avrebbero la chiave della loro casa, vero? Decido di cambiare di nuovo il letto prima che Josien torni a casa. Per fortuna pochi istanti dopo sento di nuovo una chiave e la voce di Mark: “Mamma. Cosa stai facendo qui?!"

La mamma di Mark si scusa, dice che sapeva che era solo questo fine settimana e si chiedeva se poteva usare la compagnia. "Non voglio che tu faccia un salto, mamma", dice Mark in tono burbero. “Ti è stata data quella chiave per prenderti cura dei bambini, non per irrompere senza essere invitato. Ciao!"

Sento ancora sua madre protestare un po' e nonostante sia d'accordo con lui sul fatto che le madri non dovrebbero venire senza invitate, mi dispiace ancora per lei. Poco dopo Mark è di sopra, con croissant e caffè fresco. Guardo il piumone appena cambiato e suggerisco a Mark di mangiarlo comunque al piano di sotto. Ma quando siamo in cucina insieme, ho più voglia di fare sesso che di mangiare.

Mi siedo sul bancone con le gambe divaricate, lo tiro verso di me e un attimo dopo parliamo come dei teenager. L'idea che sua moglie stia cucinando di nuovo stasera mi eccita. Forse tornerà a casa un po' prima. Presto mi vedrà presa da suo marito. Ma sfortunatamente. Anche se abbiamo un rapporto sessuale meravigliosamente veloce sul bancone, non veniamo scoperti.

Lunedi

Mark mi scrive che gli è piaciuto molto il fine settimana e che sia Josien che le ragazze hanno l'influenza, quindi rimarranno con la madre di Josien per qualche giorno in più. Mi chiede se posso tornare da lui stasera. eh? Sa che ho una figlia, giusto? Non posso semplicemente conservarli ovunque. Gli rispondo irritato e poi continuo il mio discorso al fornitore spagnolo di vino.

Giovedì

Chris mi chiama nel suo ufficio. "Mi dispiace", dice. Hai tirato fuori una buona idea, ma l'idea di Pauline mi è piaciuta ancora di più. Ti concentri solo sulla stampa e sugli influencer, ma Pauline ha coinvolto anche gli importatori di vino e ovviamente sono indispensabili. "Ehi, non essere così triste. Stasera andremo tutti a bere qualcosa insieme. E se aiuti Pauline ora, ne imparerai per la prossima volta".

Quando siamo in un pub pieno di Utrecht la sera, mi sento un po' meglio. Pauline è chiaramente sollevata per aver vinto il campo e si comporta più bene che mai. Vedo che Chris continua a guardarmi. I suoi occhi scivolano costantemente sul mio seno e in modo dimostrativo sbottono la mia camicetta un po' più larga. Poi mi chiede se posso uscire con lui.

Dietro il pub c'è un terrazzino ora inutilizzato. Ci sono pile di casse e alcuni tavoli e sedie. "Hai freddo?" chiede Chris. "Devo scaldarti?" Senza chiedere nulla, mi spinge contro il muro. Mi bacia avidamente e sento la sua lingua scivolare nella mia bocca. Le sue mani si infilano sotto la mia camicetta e mi accarezza i capezzoli. “Mi sento come te,” geme.

Poi il mio telefono emette un segnale acustico e torno in me. Sto parlando con il mio capo affinché tutti lo vedano. Il rapporto con i miei colleghi è appena migliorato. Troverebbero davvero inaccettabile se iniziassi qualcosa con lui. Inoltre, ora sono tornato con Mark. D'altra parte, è sposato e Chris è single. "Sto entrando," dico a Chris. "Fa davvero troppo freddo qui."

Mi prende per il braccio. "So che non è saggio, ma mi piaci così tanto, Laura", dice. «Soprattutto ora che so che hai interrotto la tua relazione con quel tizio sposato. Devo andare a casa con te stasera? I suoi occhi sono scuri di desiderio e sento le farfalle nello stomaco. Cosa devo fare?

Dico a Chris di andare in bagno. Quando sono in bagno, tiro fuori il telefono dalla borsa. È un messaggio di Marco. Josien è a casa e vede che il letto è stato cambiato due volte. E così non lo faccio mai. È in tutti gli stati di rabbia e mi dice di andare a dormire da qualche altra parte stanotte. Sei a casa? Posso forse venire da te?!'

© The Stringpoint Group

 

bron: de Telegraaf

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping