Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

"I miei seni premono contro il suo petto, le sue mani afferrano le mie natiche"

martedì

La mia collega Pauline mi chiede se ho mai ricevuto una foto del cazzo. "Così spesso," dico indifferente. “Da uomini sconosciuti su siti di incontri. Poi lo fotografano accanto a una lattina di birra, per mostrare quanto è grande. Ma anche dal mio ragazzo e dal marito di mia sorella”.

Pauline sembra inorridita. "Getver", dice. "E tua sorella lo sa?" Nego e penso all'enorme quantità di denaro che mio cognato riceve ancora da me. Penso che dovrei tenere quella foto al sicuro. Se presto comincerà a parlare di quel prestito, avrò ancora quella foto a portata di mano. "Non ho freddo o caldo da un pene nudo", dico sinceramente. "Li vedi anche nella sauna, vero?"

"È vero", dice. “Ma lo troverei comunque fastidioso se ricevessi una foto del genere senza che mi venga chiesto. Fortunatamente, questa non è la cultura del nostro ufficio. Chris non farebbe mai una cosa del genere. Non è nemmeno disposto a flirtare. E intanto sospetto che alcuni colleghi abbiano segretamente una cotta per lui". Non dico niente. Ripenso a quel meraviglioso bacio che ho ricevuto da lui a Capodanno.

giovedi

Per la prima volta dall'apertura del settore della ristorazione, ho intenzione di mangiare fuori. Con Marco ovviamente. Ieri mi sono viziata davvero con un tailleur pantalone e stivaletti nuovi, quindi sto bene, se lo dico io stesso. Ho sentito molte belle storie su questo nuovo bistrot a De Pijp, quindi non vedo l'ora.

Poi ricevo un'app. Da Marco. "Scusa tesoro, qui le cose stanno andando un po' fuori controllo. Devo lavorare fino a tardi almeno fino alle 10, quindi non posso farcela stasera. A breve prenderemo un nuovo appuntamento! XM'. eh? Abbiamo concordato una settimana fa che ci saremmo visti ogni giovedì e ora sta infrangendo di nuovo la sua promessa.

Lavoro tranquillamente per il resto della giornata. Il mio nuovo lavoro presso l'agenzia di pubbliche relazioni richiede molto tempo, quindi sono comunque piacevolmente distratto. Il lavoro sta andando bene per me, ma è un mondo completamente nuovo da cui ho ancora molto da imparare. Solo quando sono quasi le 7 di sera ei miei colleghi sono già andati a casa, preparo la borsa e indosso il cappotto.

All'ascensore incontro Chris. "Allora", dice. “Sei in ritardo oggi. Ti stai divertendo con noi?" Annuisco con entusiasmo e inizio a parlare della cena di San Valentino che potrò organizzare lunedì prossimo per presentare un nuovo marchio di champagne. Quindi penso di dover inviare un altro promemoria per ricordare a tutti gli ospiti di mostrare il loro codice QR. Ebbene, verrà domani.

"Forse inutilmente", dice mentre entriamo nell'ascensore. “Apprezzerei se non dicessi ai colleghi che ci siamo già incontrati. Non credo sia professionale. Mi piace tenere separati lavoro e vita privata”. Annuisco. Questo mi era già chiaro. Inoltre, ora sono di nuovo con Mark e Chris ci ha già fatto sapere che disapprova quella relazione.

Sembra che l'ascensore si muova più lentamente del normale. Si muove dolorosamente lentamente lungo i pavimenti. Finché non rimane bloccato da qualche parte tra il quinto e il quarto piano. merda. "È fermo", dice Chris. "E devi andare da tuo figlio in fretta, vero?" Spiego che sta sempre altrove il giovedì sera. E mentre premo il pulsante di emergenza, Chris chiama il numero di emergenza. "Non ci sono registrazioni", dice. "E penso che l'intero edificio sia già vuoto."

Ricomincio a premere il pulsante della sveglia. Chris bussa alla porta e inizia a urlare. Non accade nulla. “Penso che sia un po' spaventoso,” dico. “Una volta ho visto un film in cui l'ascensore è caduto improvvisamente a un ritmo di emergenza. Siamo ancora abbastanza in alto. Se succede a noi, siamo davvero morti". La paura mi colpisce il cuore. "E poi mia figlia è rimasta orfana."

Chris sembra preoccupato. "Probabilmente non accadrà", dice. "Sai cosa? Chiamerò di nuovo il servizio tecnico”. Mette in pratica le sue parole e fortunatamente ora viene registrato. Dice che verremo comunque salvati, ma potrebbe volerci fino a un'ora. “Sono occupati e apparentemente non c'è pressione sanguigna. Quindi sicuramente non crolleremo". tremo. Chris mi mette un braccio intorno.

Io guardo lui e lui me. Getta il suo sguardo sul mio corpo. pooh. Quanto è bello. Poi all'improvviso preme le sue labbra contro le mie. Le nostre lingue si incontrano in un lungo e intenso bacio. Gli avvolgo le braccia intorno. I miei seni premono contro il suo petto. Le sue mani mi stringono forte le natiche. Lo voglio. Voglio sentirlo dentro di me. Ora, nel mezzo dell'ascensore. Ci lamentiamo entrambi.

Comincio a sbottonargli i jeans. Slega il mio reggiseno con una mano. Ma proprio mentre ci fissiamo seminudi, l'ascensore ricomincia a muoversi.

© The Stringpoint Group

 

bron: de Telegraaf

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping