Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

Sbottono la camicetta un po' più larga e scuoto i capelli sciolti.

Laura festeggia il Natale con la sua famiglia e il suo buon amico Remko, che spera che tra loro ci sia qualcosa di più dell'amicizia. Ma poi la becca con suo cognato in cucina.

lunedì

Mi sento orribile. Quando Remko ha visto mio cognato Maarten con le mani nelle mie mutandine, mi ha solo guardato scioccato, ha preso il cappotto ed è uscito di casa senza dire una parola. Ovviamente non potevo dire cosa fosse successo, quindi ho borbottato che io e Remko avevamo litigato un po'. "Apparentemente pensa che tra noi ci sia di più dell'amicizia."

Remko può essere gentile e affidabile, ma lo trovo anche super noioso. E a letto non è certo niente. Voglio un uomo che mi mostri ogni angolo della stanza. Un uomo che mi afferra e mi getta sul letto. Un uomo che mi fa urlare di piacere. Un uomo come Marco. Come sarebbe? Non passa giorno che io non pensi a lui.

Quello che mi dà fastidio è anche che non so davvero cosa fare con la vigilia di Capodanno. Fleur sta organizzando una festa, ma sicuramente ci sarà anche suo fratello Remko, e io preferirei non vederlo. Inoltre non ho idea di cosa abbia detto a Fleur. Mia sorella sta andando da mia madre e porterà Maarten con lei. E la mia amica Angela mi ha invitato, ma quelle feste a volte sfuggono di mano. Neanche questo è davvero nei miei pensieri in questo momento.

In realtà voglio andarmene. Preferirei prenotare un biglietto per le Canarie o meglio per Curaçao, ma non ho i soldi per quello. Inoltre, non voglio viaggiare così a lungo senza Ella. Posso portarlo a Linda per un fine settimana, ma non per un'intera settimana. Ma non vedo nemmeno l'alternativa – stare ad Amsterdam. Tutto è chiuso. Devo sedermi da solo e guardare Netflix con un oliebol?

Poi ho letto la notizia che gli olandesi si stanno riversando ad Anversa per fare acquisti e mangiare fuori. È un bel piano! Dopotutto, ora ho una macchina. Prenoto solo un hotel e poi festeggio Capodanno in un accogliente pub. Chissà, potrei incontrare un bel belga con cui passare qualche ora.

venerdì

Ed eccomi qui, nel mezzo di Anversa. È accogliente e affollato. Un sacco di olandesi ovunque. L'unica cosa che si nota che c'è una pandemia è che tutti indossano mascherine. Mi sento anche come se fossi stato catapultato indietro di mesi nel tempo. Che delizioso! Solo: perché mi sto godendo tutto questo da solo? Se solo l'avessi chiesto a un amico.

Mi guardo intorno e mi sento molto triste per un momento. Ognuno si diverte con gli altri. Lo trovo super scomodo da solo. Sto pensando di attivare il mio account Tinder, ma rifiuta comunque quell'idea. Ho solo bisogno di parlare con qualcuno. Ordino una birra e poi un'altra così mi rilasso un po'.

mi guardo intorno. Ci sono due uomini della mia età in piedi a un tavolo da biliardo. Uno sembra carino. Lungo, con riccioli scuri. Mi sbottono un po' la camicetta, scuoto i capelli sciolti e mi dirigo verso il biliardo. "Ciao, sono Laura," dico. "Potrei unirmi?" Gli uomini si presentano come Chris e Michel. Vengono da Breda. Ho la stecca tra le mani e, nonostante la birra, il biliardo mi sta andando abbastanza bene.

È un po' scortese con Michel, ma mi interessa solo il bel Chris. Fortunatamente, si scopre che ci sono ancora molti altri uomini che conoscono in giro ad Anversa, quindi Michel ha un po' di compagnia. “È quasi mezzogiorno,” dice Chris. "Usciamo per un brindisi?" Devo chiedere altre tre volte quello che dice. Ha un accento così audace che riesco a malapena a capirlo.

Camminiamo verso la Schelda dove si sono radunate migliaia di persone. Rabbrividisco, così mi avvolge il cappotto intorno alle spalle. Mmm, è davvero carino. Peccato che parli così brutto. Poi sono le dodici e tutti contiamo alla rovescia in massa. Chris mi prende e mi bacia. La sua lingua penetra nella mia bocca. La sua mano scivola sulle mie natiche. “Andiamo a casa mia?” chiede. "O hai una stanza d'albergo qui?"

Prima che io possa rispondere, il mio telefono squilla. Deve essere mia madre. Ma no, è un'altra persona. Una voce maschile familiare dice: “Felice anno nuovo, bellezza. Cosa fai?!"

© The Stringpoint Group

 

bron: de Telegraaf

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping