Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

Per la prima volta un viaggio singolo regolare

Per la prima volta, dopo il mio divorzio, in una vacanza organizzata. Tutti con la stessa mentalità. Avevo i miei dubbi, ma non era affatto necessario. Avevamo un bel gruppo, uomini e donne mescolati insieme. Alcuni con bambini, gli altri erano soli. Non c'erano regole, tutti si rispettavano. Ogni sera c'era una festa in una delle tende. Mi sono sentito a mio agio. Una persona pensava di potermi picchiare, non era il mio tipo, lo teneva a distanza. Continua a insistere. Dovevo farglielo sapere, nessuna possibilità con me. Seduto accanto a Han, anche il mio vicino, un simpatico ospite. C'era qualcosa di tranquillizzante, mi sentivo a mio agio. "John, ti do un bacio tra un attimo, poi si accorgerà, accennando con un cenno a Lars, che dovrebbe lasciarmi in pace". Han capì subito cosa intendevo. "Adesso solo per un momento."

Mi assicuravo solo che Lars ci guardasse. Impazzire insieme. Ho dato un bacio a Han. Ho visto lo sguardo di Lars con la coda dell'occhio. Ha aiutato. Non ha fatto più tentativi.
La maggior parte era andata alla loro tenda. Ci siamo seduti vicino alla mia tenda per un po'. Versaci di nuovo. "Grazie per il tuo 'aiuto', ero un po' stufo di lui, non mi piace che sia invadente.". “Capisco, dovrebbero stare tranquilli insieme, ma alcune persone non lo capiscono”. "Probabilmente ha anche uno zaino, ma probabilmente ora gli è chiaro."
Mi è piaciuto come ha reagito Han, è stato tattico con le sue parole, mi è piaciuto”. Siamo andati a dormire, era anche ora.
Eppure, quando ho visto Han ero felice, bello di poter condividere i miei guai con lui.
"Buongiorno e dormito bene"? "Ehi Joyce, sì adorabile, mi piace molto qui". "Anch'io, e mi piace che tu sia anche il mio vicino, ho passato un sacco di merda, mi sento a mio agio con te." "Beh, è ​​reciproco, sei una bella persona." Quelle parole, mi hanno fatto stare davvero bene, mi sono sentito una persona 'cattiva' per molto tempo.

“Se ne hai voglia, possiamo andare in mountain bike più tardi, esci un po'”. Era interessato a questo, gli piaceva farlo anche a casa, sfogandoti.
Noi, noi 2, ognuno di noi è andato per la sua strada oggi. Han aveva portato bevande e dolcetti, abbiamo avuto l'intera giornata. È stato davvero divertente da fare, davvero un bellissimo ambiente. Abbiamo apprezzato.
Siamo arrivati ​​ad un laghetto, qui ci saremmo presi una pausa. “Che posto, improvvisamente qui dal nulla, incredibile”.
"Mi piacerebbe davvero andarci per un po'". "Beh, fallo e basta, sii pazzo, goditi questo momento". "Hai ragione, chi se ne frega." Camicia fuori, reggiseno, pantaloncini e le mie mutandine”. Sentivo che era possibile, grazie all'ambientazione e alla sua presenza. "Oh, fantastico, avevi ragione." "Non vuoi allora?"
"Avanti." È uscito di nuovo, si è sdraiato accanto a lui, si è asciugato.

Han mi guardò, un sorriso. Perché mi sentivo così a mio agio con lui, ora anche io sono nudo, normalmente non posso farlo di fronte a qualcun altro. "Joyce, devo dire che hai davvero una bella figura, ti vedo sportiva". “Grazie, sì mi piace lo sport e sono sicuramente felice del mio fisico”. "Beh, io vado." Tira fuori tutto molto facilmente. Guardarlo.
Bell'uomo. Corre nell'acqua. Si fa un tuffo, sale solo un po' più in là, sono rimasto scioccato per un po', per fortuna è stato giù per un po'. "Beh, avevi ragione, è stato un bel momento in acqua."
"E di certo non fai sport." Han ha detto che doveva lavorare molto sulla sua forma fisica, era in un'unità speciale nell'esercito.
Tutto era a posto con lui. Braccia muscolose, petto sodo, gambe bellissime.
Si massaggiò il petto per un momento, giocherellando un po' con i peli del petto. "Può per favore?" Gli è andato allo stomaco. Si sdraiò rilassato. "Sì, è bello sentire le tue dita così."
Ho notato. Guarda il suo cazzo crescere lentamente.

"Beh, vedo che ti piace, haha." "Ohh, va da sé, a volte mi arrabbio toccando, mi dispiace per quello, non voglio dire niente". "Va tutto bene, non preoccuparti, è bello che tu sia rilassato." Non lo sentivo da così tanto tempo, mi ha fatto più di quanto pensassi, l'ho detto anche a lui. “Joyce, con te noto che posso essere davvero me stessa, mi sento bene”.
Vai alla sua erezione. Strofinalo, toccagli le palle, con molta calma. Sdraiati un po' più in basso. Tira indietro la sua pelle, bello vedere la sua grande testa, leccala. Prendi la sua erezione nella mia bocca. Pipalo con calma ora, com'è bello qui. Mi fermo. Sdraiati accanto a lui. Mi accarezza il viso. Non devo dire molto.
Mi bacia. La sua mano lungo la mia gamba, su, accarezzando la mia figa bagnata. Che sensazione meravigliosa questa. Niente di veloce, no, molto bello.
Prendi la sua mano. Vieni su, siediti su di lui, la sua erezione mi entra dentro. Sali e scendi con calma. Troppo tempo fa per sentirsi così. Ci godiamo l'un l'altro. Guardatevi l'un l'altro.

"Oh. Joyce, mi dispiace davvero di essere qui solo ora, fammi sentire da te." Si scopre che era in missione. Dovevano essere 2 settimane, ma a causa della situazione in cui è entrato hanno dovuto rimanere più a lungo. E nessun contatto con il mondo esterno. "Impossibile inviarti un messaggio, impossibile". Un peso è stato sollevato dalle mie spalle.
"Sono fuori da una settimana ormai, felice di vederti e parlarti di nuovo, mi sei mancato."
Prendi la sua mano, nella mia camera da letto, spogliaci. "Vuoi, ti amo". Han era sempre lo stesso. Mi ha regalato una settimana felice. Doveva abituarsi al suo modo di vivere/lavorare, ma era disposto a pagarlo. Gli piaceva la sua professione, non importa quanto difficile potesse essere.
Mostragli il suo valore. Lo sentiva. Comunque si è scoperto, poteva solo darsi che fosse rimasto lontano molto più a lungo del previsto, fosse diventata la nostra vita. Finalmente abbiamo trovato il nostro posto. Più vicino alla sua base.
Ne stava parlando, non volevo perderlo, ed entrambi super felici.
Specialmente quando era a casa, ancora un bel sesso, ogni volta che era bello stare insieme.

© The Stringpoint Group

 

bron: Sexverhalen.com

 

 

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping