Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

Cazzo con una ragazza di classe

Questa storia parla di una ragazza della mia classe. Si chiama Miranda, ha 14 anni ed è la ragazza più carina della classe. Ogni volta che la vedo sento un rigonfiamento nei miei pantaloni. Giovedì scorso pomeriggio ero andato a lezione di biologia dopo la pausa pranzo ed ero un po' in ritardo per la lezione. Durante la pausa, la migliore amica di Miranda era andata a casa malata. Questo ha lasciato un tavolo e una sedia vuoti dietro Miranda. Era l'ultimo posto libero e mi sono seduto dietro Miranda.

La lezione era iniziata quando improvvisamente si voltò e mi guardò. Si avvicinò a me e sussurrò: "Ehi, ho qualcosa da dirti". Ha detto qualcosa che non dimenticherò mai. Ha detto: "Ti piacerebbe incontrarmi qualche volta, mi piaci da un bel po'". Ovviamente ho subito detto di sì, e mentre ho detto che ho cercato di guardare discretamente i suoi seni. Sfortunatamente, se ne accorse e disse: "Ti piacciono?". Cominciai ad arrossire e non sapevo cosa dire. Ho deciso di rispondere onestamente: "Sì, penso che siano bellissimi". Poco dopo mi è venuta l'idea di assicurarmi che io e Miranda potessimo andare in bagno insieme.

Per prima cosa mi sono alzata per andare in bagno e Miranda ha continuato ad aspettare per andare in bagno poco dopo. La stavo aspettando in corridoio e abbiamo deciso di andare insieme al bagno delle donne, perché ci sono dei cubicoli senza apertura in alto e in basso. Quando eravamo insieme in un cubicolo, ho afferrato Miranda e l'ho tirata a me. Ho già sentito il mio cazzo crescere per l'eccitazione e ho afferrato il suo bel culo pieno con entrambe le mani.

Mi ha sussurrato all'orecchio: "Baciami".

Ci stavamo divertendo a chiacchierare. La sua lingua calda e liscia scivolò meravigliosamente attraverso la mia bocca. Sentivo le sue tette premere sempre di più contro il mio petto. Volevo sentire queste adorabili tette, quindi le ho afferrate e ho sentito le sue tette rotonde. Fermati, dice. Ha suggerito di entrare nella stanza dopo la lezione, chiudere a chiave la porta e poi andare avanti. Va bene, va bene. Ho detto. Detto fatto. Dopo la lezione di biologia eravamo fuori e aspettavamo che l'insegnante uscisse dalla stanza. Non appena scese le scale e fu fuori vista, sparammo.

Miranda sapeva che c'era una chiave di riserva nel cassetto della scrivania dell'insegnante e l'ha usata per chiudere a chiave la porta della classe. Mentre eravamo in piedi abbiamo ricominciato a baciarci violentemente e le ho impastato le natiche con le mani. Le ho tolto la maglietta e ora indossava solo un reggiseno un po' troppo piccolo per il suo seno grande a coppa B. Fece scorrere la mano sotto la mia maglietta e si tolse anche la mia maglietta. Ha sentito il mio cazzo duro premere contro la sua figa attraverso i suoi jeans attillati. Si strofinò la mano sul grosso rigonfiamento dei miei pantaloni, dopodiché non ce la fece più. Si staccò il mio bottone e aprì la cerniera della mia patta tirando un lembo dei miei pantaloni.

In pochi secondi ero in piedi con i pantaloni intorno alle caviglie e lei ha tirato fuori il mio cazzo duro dai miei boxer. Ha iniziato a leccarmi il cazzo dalla testa ai piedi con la sua lingua morbida e calda. Mi hanno anche messo le labbra sulla testa del cazzo, dopo di che mi ha fatto un bel pompino. Mi succhiò dolcemente la testa e fece girare la lingua intorno alla mia testa. Le ho detto di fermarsi appena in tempo, altrimenti la sua piccola bocca sarebbe stata piena del mio sperma.

Ora le ho tolto il reggiseno e sono andato ad esplorare i suoi capezzoli con la lingua. Il suo capezzolo era bello e duro. Le ho succhiato i capezzoli e le ho leccato tutte le tette. Volevo di più e le ho tolto i jeans attillati. Il suo culo pieno e le sue gambe lisce hanno mostrato. Aveva un perizoma meravigliosamente eccitato con una bella macchia bagnata. Tutto il liquido della fica rendeva le sue mutandine un po' traslucide e potevo vedere le sue strette labbra rosa attraverso di esse. Le ho tolto le mutandine e ora era completamente nuda. L'ho sollevata su un tavolo e l'ho messa sul tavolo con le gambe larghe. Mi sono inginocchiata davanti alla sua figa e le ho leccato dal fondo della sua piccola figa bagnata fino in fondo tra le sue labbra, sopra il suo clitoride e fino all'ombelico. L'ho fatto un paio di volte e ho assaggiato la sua deliziosa figa arrapata. Questo mi ha reso ancora più eccitato e il mio cazzo difficilmente poteva diventare più rigido.

Ha iniziato a leccare gemendo abbastanza forte. L'ho presa per il culo e le ho detto di mettersi in ginocchio con il culo rivolto all'indietro. Si è seduta sul tavolo e io ci sono rimasta dietro. Ho giocato con lei e ho sbattuto il mio cazzo tra e contro le sue natiche.

Era così eccitata che ha detto: "Fottimi, adesso!"

Ho preso la mia asta dura e l'ho spinta contro le sue labbra bagnate della figa. Era ancora vergine, ma in un colpo solo ho spinto il mio cazzo dentro fino a quando il mio scroto non ha toccato la sua guaina. Gridò di dolore e eccitata allo stesso tempo. Le ho dato un pugno contro il culo e il suo culo è diventato un po' rosso. Ho accelerato il ritmo e ho scopato duramente questa ragazza arrapata. Il mio cazzo è entrato ed uscito dalla sua vagina arrapata e ci siamo divertiti entrambi in modo udibile. Hmm. Improvvisamente ha tirato fuori la fica dal mio cazzo e il mio cazzo è saltato fuori. Si sdraiò sulla schiena con le gambe larghe. Ho colto il suggerimento e mi sono sdraiato su di lei tra le sue gambe. In ogni mano ho afferrato una delle sue deliziose tette e ho spinto l'anca in avanti per spingerla di nuovo nella sua figa deliziosamente calda.

Mentre scopavo le ho impastato le tette meravigliosamente. La rendeva ancora più eccitata e iniziò a gemere sempre più forte. Le ho sputato sulle tette, hmm ha detto. E poi ha detto: "Ora ti voglio scopare". Mi sdraiai supino sul tavolo con il mio palo dritto in aria. Miranda si è seduta su di me e ha riportato il mio cazzo nella sua caverna del piacere. Ha portato il mio pene in profondità dentro di sé e ha iniziato a saltare energicamente su e giù. Nel frattempo sono riuscita a prendermi cura dei suoi capezzoli e del suo culo. Mi ha scopato e scopato sempre più forte e ho sentito il mio orgasmo arrivare. Ho afferrato rapidamente i fianchi di Miranda e l'ho sollevata finché il mio cazzo non è stato tirato fuori dalla sua vagina.

L'ho messa in ginocchio accanto a me e mi sono alzato in piedi con una spessa verga eccitata tra le sue tette. Ho premuto le sue belle tette e capezzoli più vicini e ho iniziato a muovere il mio cazzo su e giù tra le sue tette. “Chiudi gli occhi e apri la bocca!” dissi. Le ho sparato alcuni schizzi di sperma direttamente in bocca e altri schizzi lungo le sue guance e tette. Le ho detto di sdraiarsi sulla schiena.

Si è sdraiata velocemente, le ho portato il mio cazzo e guardando le labbra della sua figa ho rilasciato alcune ultime cucchiaiate di sperma su tutta la sua pancia. Il seme che era sulle sue tette iniziò a leccarlo. Asciugò lo sperma che aveva sullo stomaco e sul viso con la mano e ingoiò tutto. Non li ho mai avuti deliziosamente eccitati e duri. Ci siamo rivestiti e poi abbiamo scopato in altri posti eccitanti. Anche un trio con Miranda e la sua amica, ma te lo dico dopo.

© The Stringpoint Group

 

bron: Oops.nl

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping