Menu
0
CONSEGNE VELOCI
IL MIGLIOR SERVIZIO
15.000 ARTICOLI DIVERSI
SPEDIZIONE GRATUITA / € 50,-

THE STRINGPOINT GROUP

Amico di mio padre

Purtroppo mio padre è morto troppo giovane e non è più con noi da quasi 4 anni. Henk era il migliore amico di mio padre, soprattutto dopo che si è separato da mia madre. Dopo la sua morte non ho più rivisto Henk. Questo mentre era come uno zio per me.

Sei mesi fa sono entrato in contatto con lo zio Henk tramite Facebook. Anche lui nel frattempo era divorziato e viveva non lontano da noi. Lo zio Henk aveva ora 67 anni e io stesso ne avevo 31. E' stato fissato un appuntamento a casa mia. Il mio amico conosceva anche lo zio Henk da diversi anni, quindi sapeva chi era.

C'era lo zio Henk, un po' più grasso e molto più grigio. Ma sempre lo stesso umorismo. Alle mie sorelle non piaceva lo zio Henk. Secondo loro, sbirciava sempre e faceva commenti sessuali. Potrei riderci sopra. Beh, che si è sempre sforzato di vedere qualcosa da te, potrei ridere anche di questo. C'erano ancora alcune volte che era qui per un drink. Il mio amico rideva sempre quando era lì. I suoi commenti e come mi guardava. Diceva sempre che se ne avesse avuto la possibilità l'avrebbe fatto a te. Ci ho riso su e ho detto, chi è lo zio Henk?

Va bene, torna indietro nel tempo. Avevo circa 17 anni e quell'estate indossavo jeans corti che mi stavano stretti intorno alle natiche. Mi sono seduto in giardino con le gambe alzate ed era chiaro che lo zio Henk mi stava guardando. Qualcosa pensava che fosse eccitante e poiché ero seduto con le gambe sollevate e leggermente larghe, i miei jeans corti erano stretti all'inguine e si poteva vedere che indossavo un piccolo perizoma rosso. Lo zio Henk ha detto che Karin sta dolcemente bene. Quella sera mi stavo sditalinando l'idea di cosa avrebbe potuto fare lo zio Henk.

Mai se succede qualcosa e due anni dopo ho un amico che aveva 10 anni più di me. Era chiaro che mi piaceva un uomo più anziano.

L'estate è ricominciata e lo zio Henk è venuto a bere qualcosa venerdì sera. Il tempo era bello e ci siamo seduti in giardino. Indossavo di nuovo i jeans. Dopo qualche drink, i bei commenti arrivarono di nuovo dallo zio Henk. Il mio amico può ridere di questo e si è unito felicemente. Lo zio Henk mi ha guardato e ha detto: penso che ti sei seduto così nel giardino dei tuoi genitori qualche anno fa. Sapevo esattamente di cosa stava parlando. Ho tirato indietro le gambe e le ho allargate leggermente. Ma poi ero così. Lo zio Henk sembrò felice e disse di sì. Solo ora sei più bella e più vecchia. Hanno riso di questo e io sono rimasto fermo. Era chiaro che lo zio Henk aveva problemi a non guardarmi tra le gambe. Sono andato a prendere un altro giro di bevande. In cucina ho sentito dire zio Henk. Wow è diventata solo più bella nel corso degli anni. Bella figura snella, va bene, non così grandi ma belle natiche e bella testa con lunghi capelli biondi e sembra un paio di bei seni pieni. Ho riso e mi è piaciuto ascoltare. Va bene seni pieni? è solo un paio di 75c con capezzoli piccoli, pensavo che il reggiseno facesse molto.

Solo una piccola risata e lo zio Henk se ne andò a casa. Sesso meraviglioso con la mia puttana. Lui rise e disse, eri solo eccitato per quel pover'uomo. Risi ma non dissi nulla e pensai bene. Il mio campione ha riso e ha detto, presto ti assalirà di nuovo. Ho appena riso e sono saltato meravigliosamente sul suo cazzo duro.

Due settimane dopo, di sabato. Se siamo venuti a bere qualcosa allo zio Henk. Il mio amico ha riso e ha detto, scusa se vai all'Ajax stasera. Ma puoi andare comunque. Ho riso e me ne sono andato e ho detto, più tardi mi assalirà. Il mio amico rise e si fermò dietro di me e mi afferrò il seno e disse come se ti dispiacesse. Ho riso e ho detto, sì e tu me lo hai lasciato fare. Si è allontanato ridendo e ha detto, non osi. Ho riso e ho pensato che fosse giusto. L'amico se ne andò e mi sorrise. Mi sono fatto una doccia e ho indossato una tuta da jogging. Ok, avevo il mio perizoma più piccolo sotto. Lo vedresti nei miei pantaloni da jogging neri attillati.

Là mi sono seduto con lo zio Henk in giardino con un bicchiere di vino bianco. È stato divertente ricordare mio padre. Merda, ha iniziato a piovere. Salta in soggiorno. Mi lasciai cadere sul divano e mi sedetti in diagonale di fronte a zio Henk. Indossava una specie di pantaloncini. Posò la gamba sull'altra gamba. Ok, ora ho visto qualcosa che mi ha scioccato. Potevi vedere la sua ghianda appesa ad essa. Va bene caro coglione ho pensato e ho cercato di non prestarci attenzione. È stato abbastanza difficile. Abbiamo chiacchierato di tutto e ogni tanto vedevo il suo coglione. Il momento del giardino del passato tornò a parlare. Ha chiesto scusa ma eri così sexy. Ho riso e ho detto, beh, non più. Anzi, rideva ancora meglio. Devi aver pensato che fossi un vecchio pervertito allora. Sappi che le tue sorelle la pensavano così. Ho riso e ho detto, vabbè, non sono come le mie sorelle. Lui rise e disse, giusto. Quando ti facevo un commento sul sesso ci ridevi sempre, le tue sorelle si arrabbiavano. Ho riso e ho detto, sì, pensavano che li spiassi sempre. Rise e disse, beh quei due avevano un seno grande per la loro età. Ho riso e ho detto, giusto e ora ho il minimo. Ha riso e ha detto, ma gentile e fermo e non l'avranno più. I tuoi sono sempre stati carini e rotondi. Ho riso e ho detto, lo sai bene. Ha riso e ha detto, beh, a volte ho visto qualcosa. L'ho guardato e gli ho detto che lo fai ancora. Lui rise e disse, sì mi dispiace sei ancora bellissima. Prese un altro giro di bevanda e si poteva vedere che qualcosa lo infastidiva. I suoi pantaloncini erano un po' gonfi. Tornò con un altro bicchiere di vino e birra e si sedette proprio accanto a me, senza fare alcuno sforzo per nascondere ciò che stava accadendo nel suo breve libro. Ho dovuto ridere e anche lo zio Henk ha riso. Il suo cazzo poteva essere visto diventare sempre più grande. Mi ha guardato e ha detto, scusa Karin ma sei solo una cosa adorabile. Ho riso e ho detto, beh, e tu hai il doppio della mia età. Ha riso e ha detto che è così brutto allora.

Non so cosa fosse, ma mi sentivo di nuovo come quella ragazza che era sdraiata sul letto con le dita nella figa bagnata, pensando a cosa avrebbe potuto fare lo zio Henk con me.

Mi ha guardato e ha detto, non aver paura Karin, non sto facendo niente. Preoccupati solo di qualcosa. Sappi che hai un amico e di certo non ti approfitterai di te. Ho pensato che l'avresti fatto. Ho pensato per un momento alle parole del mio amico. Non osi. In un certo senso aveva ragione, ma perché ero così dannatamente eccitato. Lo zio Henk si è rimesso il cazzo nei pantaloncini e ha riso e si è scusato di nuovo. Ho riso e ho detto che non c'era bisogno.

Come se quelle fossero le parole di cui aveva bisogno. Si avvicinò e mi guardò da vicino. Gli sorrisi timidamente e gli lanciai un'occhiata all'inguine. Adesso c'era una tensione poco saggia nel soggiorno. Si infilò i pantaloncini e disse, puoi dare un'occhiata. Ok, era un grosso cazzo. Ben rasato e la sua testa brillava della sua stessa umidità. È quello che ha chiesto. Sorrisi timidamente e annuii di sì. Posso vedere qualcosa anch'io sorrise. Sorrisi e lo guardai timidamente. Mise la mano sulla mia gamba e me la accarezzò dolcemente. Un formicolio scivolò attraverso il mio corpo ahi quella cenere davvero intensa. Scivolò all'interno della mia coscia e divaricò un po' le gambe. Ho avuto sentimenti contrastanti, specialmente quando la sua mano è scivolata verso il mio inguine. Con due dita ha spinto contro la mia figa. Rimasi seduto immobile e avevo un grosso groppo in gola. Volevo questo o era solo fantasia. Lo zio Henk mi ha spinto contro l'inguine e l'ha strofinato. Ora ha aperto la mia giacca da jogging e ha detto, se vado troppo lontano, dimmelo. L'ho guardato timidamente e in realtà volevo dire di sì basta. Ma non mi è uscito una parola dalla gola. Giacca aperta e spenta. La sua mano scivolò di nuovo sul mio inguine e l'altra scivolò sul mio seno. La mia camicia bianca sotto non si nascondeva molto. Beh, questa volta non indossava il reggiseno. I miei piccoli capezzoli pungolavano e reagivano violentemente al suo tocco.

Merda, un bagliore incredibilmente eccitato è scivolato attraverso il mio corpo eppure ero anche tipo no, questo non è possibile. Lo zio Henk ha continuato ad andare avanti e ha infilato la mano nei miei pantaloni della tuta e si è infilato tra le mie gambe che ho allargato ancora di più. Bene, il filo era molto piccolo e ho sentito le sue dita scivolare attraverso la mia piccola figa pelata e bagnata davvero fradicia. Aaaaahhhhh un dito è scivolato facilmente lì dentro. Mi ha toccato bene e ha giocato con il mio piccolo clitoride. Mi ha tirato su la maglietta e me la sono tolta volentieri. Volevo questo, volevo che lo zio Henk mi abusasse. Mi leccò i capezzoli e mi toccò con due dita.

Ho lasciato scivolare la mano sul suo grande colosso e ho pensato, se posso avere questo, wow. Gli ho tirato fuori il suo grosso cazzo e lui si è tolto i pantaloni della tuta. Ho allargato le gambe e ho giocato con la mia figa bagnata fradicia. Wow sei così gentile Karin che ha riso. Ero sanguinante e così eccitato. Mi sono alzato e mi sono tolto il perizoma, mi sono sdraiato accanto a lui e ho giocato con me stesso. Cosa mi faresti mentre mi strofinavo alcune dita nella figa. Rise e tirò il suo cazzo e disse, questo vorrebbe entrare con te. Si è spostato e ha allargato le mie gambe e ha messo la bocca sulla mia figa e ha leccato avidamente il succo delle mie ragazze. Wow, mi ha leccato bene e mi ha toccato con le dita allo stesso tempo. Mi sono tirato i capezzoli e presto sono venuto meravigliosamente. Mi sono girato e ho afferrato il suo vecchio cazzo duro e grosso e ho iniziato a succhiarlo. "Wow, stai andando alla grande, tesoro", ha riso. Ha giocato con il mio seno e l'ho succhiato come se fosse l'ultimo. Nel frattempo ho giocherellato con la mia fica.

Lo zio Henk mi ha spinto su e mi ha detto, aspetta un minuto, vuoi provare per il mio vecchio cazzo. Ho riso, mi sono alzato e ho ballato davanti a lui. Ero così eccitato. Ho appena sentito l'umidità davvero fuoriuscire dalla mia fica. Ho strisciato in grembo e ho sentito il suo cazzo scivolare attraverso la mia figa. Mi ha guardato e ha detto che potrei ancora sperimentarlo. Ho riso e ho detto, devi esserti masturbato con me, vecchio pervertito. Ha riso e mi ha impastato i seni e ha detto, davvero, e devi aver toccato zio Henk. Ho riso e ho afferrato il suo cazzo e l'ho spinto nella mia fica bagnata fradicia. Sussultai e mi accasciai sul suo bel cazzo grosso e grasso. Merda, mi ha davvero riempito la fica e l'ha allungata leggermente.La mia bocca aperta e gli occhi chiusi, saltellavo delicatamente avanti e indietro. Riposa un poco. Mi prese per mano e io presi subito il cellulare. Come oso non farlo, ho riso tra me e me. Adesso ero sdraiato sul suo letto e le gambe larghe.

Ho preso il mio cellulare e mentre lo zio Henk ha rimesso il suo cazzo dentro ho scattato alcune foto. Lo zio Henk ha afferrato il mio cellulare e ora ha girato un film mentre spingeva il suo cazzo sempre più lontano e io sussultavo e dicevo, sì, fottimi, zio Henk. La mia fica era abituata al grosso cazzo di oltre 30 anni e me lo stavo godendo sempre di più. È strisciato sopra di me e ora ha battuto più forte dentro di me. Wow, ho completamente galleggiato su quel vecchio cazzo. Nessuna posizione era troppo pazza e dopo un'ora di cazzo siamo scesi a bere qualcosa. Nel frattempo ho inviato le foto e il video al mio amico. Quello che non osavo era il testo. Ok, ero nervoso, è stato uno scherzo più tardi. Rispondi presto un po' eccitato. Lo zio Henk ha giocato di nuovo con me. Ho filmato lo zio Henk mentre mi sditalinava e potevi sentire la mia fica inzuppare del mio stesso succo arrapato. Ero così bagnato. Mi sono arrapato. Lo zio Henk mi ha portato in cucina e io mi sono seduto sul bancone con le gambe a cavallo del mio vino e ho sentito lo zio Henk spingere di nuovo il suo cazzo dentro di me. Mi ha leccato i capezzoli e mi ha fottuto fino a un punto arrapato. Siamo entrati in giardino, pioveva ancora leggermente e di fronte a ciò mi sono messo contro il tavolo del giardino con il suo cazzo duro nella mia fica. Mi ha aperto le natiche e mi ha cucito bene, in profondità e con forza. Mi sono sditalinato il culo e sono rimasto senza fiato e ho detto, merda sei eccitato. Torna dentro e riscaldati sotto la doccia. leccare pompini diteggiatura tutto era lì sotto l'acqua calda. Asciuga di nuovo il suo letto con le coperte sopra di noi e quel delizioso vecchio cazzo dentro di me. Ora ero sdraiato a pancia in giù con un cuscino sotto lo stomaco. Culo in alto e la sua testa scivolò bene lungo la mia fica. Delicatamente nella mia fica di nuovo. Ora me l'ha spinto contro il culo, ero così eccitato che non mi importava più. Non mi piaceva il sesso anale, ma ora lo volevo solo. Alcune volte nel mio culo e mi sono sditalinata la figa fino al punto più alto. Un po' troppo grande per il mio sedere piccolo. Solo un pompino e di nuovo nel profondo della mia fica sotto le coperte. Adesso avevo le gambe alte e larghe e lo zio Henk mi ha scopato molto tranquillamente. Merda cosa è successo nella mia parte inferiore del corpo. Tremavo, ansimavo e ansimavo più forte e provavo qualcosa di speciale. Merda, sono venuto con un sacco di liquido che mi ha spruzzato la figa. Si fermò, rise e ricominciò, ora è tornato indietro. Il succo mi scivolò lungo il culo come un fiume. E ancora e ancora. Damm che è stato tre volte. Il suo letto era fradicio e lui rise e leccò la mia fica bagnata fradicia. L'ho tirato e succhiato e lui si è tirato su e con un grande gemito mi ha sparato la sua sborra in faccia.

Mi sono addormentato come un ceppo. Mi sono svegliato e mi sono guardato intorno. Merda la scorsa notte per quasi tre ore di cazzo e la mia faccia era appiccicosa. Andò in doccia e prese l'accappatoio. Lo zio Henk era nei suoi boxer e mi ha dato il caffè. Hai parlato con il tuo amico e gli hai detto che ti sei addormentato. Se mi sono divertito. Rise e disse, sì, ancora una volta. Ho riso e ho preso un sorso di caffè. Mentre stavo bevendo il caffè, zio Henk scivolò sul pavimento e mi aprì le gambe. Wow che bello ha detto. Ha aperto la mia figa con due dita e ci ha fatto scorrere la lingua. Ok, ero di nuovo in giro. Posò la mia tazza di caffè vuota e disse, gambe larghe e alte. Ho tenuto le gambe larghe e alte. Ha iniziato a toccarmi, prima io 1 poi 2 poi 3 e lentamente 4. Ha fatto qualcosa e c'era di nuovo la sensazione di ieri sera. tremante e ansimando e sì, ora ho spruzzato il mio succo cornea. Spinse la bocca sulla mia figa spruzzata e leccò e succhiò il mio succo eccitato.

Il suo cazzo lo seguì presto e ora mi lasciai scopare da sobrio. Nessun rimprovero è stato saltato e sempre quel vecchio cazzo duro dentro di me. Anche l'anale è andata meglio. Un colpo veloce e mi sono accasciato sul suo cazzo e mi sono accucciato su di lui e ho saltato su e giù forte e ho stretto la mia fica e ho detto, spruzzami la fica piena del tuo vecchio cazzo. Ora ci sono sicuramente riuscito. Con forza l'ho sentito espellere il suo vecchio cazzo nella mia fica sborrata. Wow, ha leccato il suo sperma dalla mia fica che gli ho strofinato sulla bocca.

Fortunatamente il mio campione è stato in grado di riderci sopra e vuole unirsi alla prossima volta e vedere come mi faccio scopare da quel grosso cazzo.

Anche lo zio Henk può accompagnarmi ogni volta che ne ha voglia.

© The Stringpoint Group

 

bron: Oops.nl

Vorremmo mettere cookie sul vostro computer per aiutarci a rendere questo sito migliore. Questo va bene? NoMaggiori informazioni sui cookie »

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00
Order for another €50,00 and receive free shipping